Belpaese a misura di trekking

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:52

Italia, paese di santi, poeti ed escursionisti. “I nuovi dati di Expedia Group mostrano come le località naturalistiche Italiane stiano crescendo in maniera significativa – riferisce Webitmag -. Il secondo trimestre del 2019 rivela infatti l'amore degli italiani per le mete di relax e wellness. Resort, camminate e trekking all’aria aperta, tutto ciò che è detox per il fisico e per lo spirito è infatti una nuova tendenza sempre più in voga tra gli italiani. Con un business totale di oltre 18 miliardi di dollari, l’Italia si piazza nella top ten mondiale dei Paesi nel settore del turismo del benessere (Fonte, Global Wellness Economy Monitor)”.

Domanda turistica in crescita

Il viaggio diventa per moltissimi un'avventura alla ricerca di un momento di relax, per uscire dalla routine, fino alla ricerca di sé, anche grazie alla bellezza della natura. “I dati di Expedia Group relativi al secondo trimestre del 2019 (aprile, maggio e giugno), rivelano come le perle naturalistiche del lago di Garda e del Lago di Como abbiano avuto un buon incremento nella domanda turistica, rispettivamente, poco oltre il 15% e di quasi il 25%, rispetto allo stesso periodo del 2018. Questi luoghi attraggono i visitatori per le suggestive camminate attraverso i borghi e per le rilassanti gite in battello- evidenzia Webitmag -.Inoltre, entrambe le località sono molto note per le numerosissime Spa dedicate interamente al benessere psico-fisico“. Le zone alpine del Trentino-Alto Adige e del Veneto hanno registrato ottimi risultati in fatto di domanda turistica nel secondo trimestre dell’anno: i dati di Expedia Group rivelano, rispettivamente, una crescita poco oltre il 15% e poco oltre il 25% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Queste zone sono sempre più note per i ritiri di yoga e per chi vuole rilassarsi e recuperare il contatto con la natura facendo, per esempio, escursioni attraverso percorsi multisensoriali in compagnia di guide esperte.

Funzionalità e tecnologie

“I dati mostrano come Expedia Group attragga sia viaggiatori nazionali che internazionali verso mete di benessere, tendenza molto in voga al momento, in particolare durante i mesi primaverili – commenta Webitmag Giovanni Moretto, direttore market management per l’Italia di Expedia Group -. Questi risultati sono la dimostrazione del fatto che le funzionalità e le tecnologie di Expedia Group siano in grado di aiutare l’aumento della domanda di turismo anche verso gli alloggi partner più piccoli, che solitamente non dispongono delle risorse per investire in strumenti tecnologici. Pensiamo ad esempio alle piccole Spa all’interno di antichi borghi e alle località di montagna e ai loro rifugi, che stanno guadagnando sempre più attenzione, in particolare per quanto riguarda la domanda internazionale, grazie all’efficienza digitale data da Expedia Group”.

La guida

Il Lazio, grazie a Roma, è famoso per il Colosseo, i Fori, la Basilica di San Pietro. Non solo. I viaggiatori che arrivano dall’Italia e dal mondo spesso conoscono anche le abbazie di Montecassino e Subiaco, Villa Adriana e Ostia Antica, le tombe etrusche di Cerveteri e Tarquinia, le isole di Ponza e Ventotene, le spiagge di Sperlonga e di Anzio. Ma il Lazio è anche una regione di natura. Parchi e riserve ospitano cervi e camosci, lupi e orsi, orchidee selvatiche e centinaia di specie di uccelli. Per esplorare laghi e vette, boschi di faggi e paludi, torrenti e colline di tufo si possono percorrere sentieri, piste ciclabili e sterrate, oppure impugnare un arco, una mazza da golf o una pagaia, affidarsi al vento con una barca a vela o un windsurf. Sport e natura sono un binomio tutto da vivere. A dare tutte le indicazioni per non perdervi nelle mille possibilità che offre una regione così variegata, nasce Lazio Active, un nuovo volume in italiano e in inglese di Touring Club Italiano e UnionCamere, firmato da due esperti escursionisti come Stefano Ardito e Natalino Russo. Stefano Ardito è giornalista e fotografo, scrittore e regista di documentari; viaggiatore, escursionista e alpinista, ha scritto un centinaio di libri e di guide dedicati ai parchi e alle montagne dell’Italia e del mondo. Natalino Russo, naturalista di formazione, è giornalista e fotografo. Ha viaggiato in molti paesi del mondo realizzando articoli, libri e guide. Il volume prende in considerazione tutti gli sport e gli hobby che possono essere praticati all'aria aperta nel Laziocon descrizione dei luoghi migliori e indicazioni di tutti gli indirizzi utili, con itinerari, eventi, manifestazioni, consigli. Un vero e proprio censimento indispensabile per chiunque voglia muoversi all'aria aperta.  Un piccolo elenco per rendersi conto delle decine di possibilità: escursionismo, trekking e cammini, corsa, jogging, trail running, orientamento, golf, equitazione, tiro con l’arco, birdwatching, ciclismo su strada, mountain-bike, piste ciclabili, ciclovie, arrampicata sportiva, alpinismo, speleologia, torrentismo, sci di pista, sci di fondo, scialpinismo, ciaspole, volo a motore, volo a vela, parapendio, deltaplano, paracadutismo, kayak marino e fluviale, vela, windsurf da onda, immersioni in apnea, snorkeling, immersioni con le bombole. 

La presentazione

Venerdì 29 novembre alle ore 12 Lorenzo Tagliavanti, presidente Unioncamere Lazio, insieme a Franco Iseppi, presidente del Touring Club Italiano, presenteranno la guida “Lazio Active” al Salone d'Onore del Coni (piazza Lauro de Bosis 15, Roma), volume firmato da due esperti escursionisti come Stefano Ardito e Natalino Russo. Partecipa Giovanni Malagò, presidente del Coni.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: [email protected]
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.