Scontri coi Gilet Gialli: la polizia usa la ruspa

ULTIMO AGGIORNAMENTO 16:27

Continua in Francia la manifestazione dei Gilet Gialli e proseguono anche gli scontri tra manifestati e forze dell'ordine. L'ultimo episodio questo pomeriggio dinanzi alla Bastiglia – la fortezza parigina simbolo dell'ancien régime distrutta dai rivoluzionari – e punto di incontro alle 17.00 dei due principali cortei in programma a Parigi oggi, undicesimo giono della protesta nella Capitale francese.

Gli scontri

Come riporta Ansa, riprendendo fonti locali, diverse persone vestite di nero e con indosso il passamontagna avrebbero messo a ferro e fuoco le strade attorno al quartiere, distruggendo le barriere dei cantieri e usandole come barricate contro le forze dell'ordine presenti alle manifestazioni.

La polizia ha reagito dopo l'attacco di un'avanguardia di manifestanti guidati – secondo quanto riferito da partecipanti al corteo dei gilet gialli – da elementi di estrema destra. Una squadra di agenti antisommossa, spalleggiata da pompieri e una gigantesca ruspa, ha risposto con i lacrimogeni disperdendo la folla facinorosa e ha infine sgomberando rapidamente le barricate col mezzo pesante. Centinaia di gilet gialli sono stati fatti arretrare sulla piazza della Bastiglia, mentre i protagonisti dei disordini sono stati spinti più lontano. Numerosi gli arresti.

Girardin

Una terza compagine di gilet gialli si è radunata invece davanti agli uffici del ministero per l'Oltremare, nel 7/o arrondissement. Non si sono registrati disordini e la ministra Annick Girardin è scesa dal suo ufficio per dialogare con i manifestanti: “Ho proposto loro un incontro. Abbiamo molto da dire nel dibattito nazionale”, ha poi riferito Girardin alla stampa. 
   

 

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: [email protected]
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.