Pensionato uccide i due figli e si toglie la vita

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:02

Una tragedia familiare è avvenuta questa mattina a Esperia, un piccolo paese dei monti Ausoni, in provincia di Frosinone. Un uomo di 65 anni, un ferroviere in pensione, ha ucciso a colpi di fucile di due figli di 18 e 25 anni e poi si è tolto la vita. Alla mattanza è sfuggita solo la moglie che era uscita di casa poco prima. 

La tragedia

I fatti sono avvenuti nella loro casa, in via Vittorio Emanuele, a due passi da piazza Consalvo. Gianni Paliotta, questo il nome dell'omicida, ha aspettato che la moglie uscisse di casa per andare all'ufficio postale e poco dopo le 7.30 ha ucciso i figli che erano ancora a letto. Le vittime sono Isabella di 18 anni, recentemente diplomata, e Mariano, 25 anni, che lavorava a Roma come chimico e che si trovava a Esperia per le vacanze estive. Dopo aveer udito i colpi di arma da fuoco, la donna ha fatto subito rientro a casa, ma ha trovato i tre corpi senza vita. 

Le indagini

In base ai primi accertamenti investigativi, in famiglia non c'era stato nessun contrasto. Sembrerebbe, però, che l'uomo non avesse accettato la malattia ai reni di cui soffriva la figlia. Sul posto sono intervenuti i Carabinieri del comando provinciale di Frosinone, della compagnia di Pontecorvo e il magistrato di turno presso la procura di Cassino. 

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.