‘NDRANGHETA: SEQUESTRATI BENI PER 12 MILIONI DI EURO AI CLAN DI AFRICO

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:28

La polizia ha eseguito un decreto di sequestro preventivo nei confronti della ‘ndrina “Scriva-Mollica-Morabito” di Africo(RC) con ramificazioni nella Capitale, Rignano Flaminio e Morlupo. Le autorità hanno confiscato per ora beni mobili e immobili per circa 12 milioni di euro e indagato cinque persone, ritenute responsabili di reati di intestazione fittizia dei beni con l’aggravante di aver favorito la ‘ndrangheta.

Particolare attenzione è rivolta alle quote sociali  di una società che si occupa della vendita delle piante, di un’altra che ha in gestione e conduzione ristoranti, trattorie, pizzerie e tavole calde e di un’impresa individuale per il commercio al dettaglio di combustibile per uso domestico.

L’operazione è il frutto di una più ampia indagine chiamata “Fiore Calabro” con la quale era stata documentata l’attività criminale della ‘ndrina che negli anni ’80 fu al centro della violenta “Faida di Motticella” combattuta tra i comuni di Bruzzano Zeffirio ed Africo (RC).

 

 

 

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: [email protected]
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.