La terra torna a tremare: sisma di magnitudo 6.2

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:17

Una scossa di terremoto di magnitudo 6.2 si è verificata nel Cile settentrionale, a 89 chilometri Nord-Est di Iquique, nella regione di Tarapacá, non lontano dal confine con la Bolivia. Ne dà notizia l'Usgs, agenzia scientifica del governo Usa. L'ipocentro è stato localizzato a 95 km di profondità. La scossa è stata registrata quando in Italia erano le 23.19. Al momento si ignora se siano state arrecati danni a persone o cose. Non vi è neanche stata una allerta tsunami.

Il Cile è un Paese ad altissima sismicità. Nel dicembre 2016 un terremoto di magnitudo 7.6 ha mandato nel panico il Paese sud-americano. E ancora: il 16 settembre 2016 un terremoto di 8,3 gradi della scala Richter seguito da uno tsunami colpì il nord del Paese uccidendo 15 persone. Nel 2010 un altro sisma di magnitudo 8,8, a sua volta seguito da uno tsunami, uccise più di 500 persone. Inoltre nel Paese si verificò il più forte terremoto mai registrato: 9,5 gradi della scala Richter il 22 maggio 1960 a Valdidivia e solo grazie al fatto che colpì un’area scarsamente popolata, causò “solo” 3mila vittime.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.