Covid, nel mondo 425mila morti, il Brasile supera per vittime la Gran Bretagna

Il governatore di New York Andrew Cuomo ha firmato quello che ha definito il pacchetto di riforme della polizia "più aggressivo" d'America. Pakistan: per il secondo giorno oltre 6.000 casi

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:11
Coronavirus nel mondo

Ha superato quota 425mila (425.330) il numero di decessi legati al coronavirus in tutto il mondo, secondo i dati dell’università americana Johns Hopkins. I casi totali di contagio sono quasi 7 milioni e 630mila. Il paese più colpito al mondo restano gli Stati Uniti, con circa 115mila morti e oltre 2 milioni di casi.  Al secondo posto il Brasile che ha 41.828 morti dall’inizio della pandemia di Covid-19 ed ha superato il Regno Unito per numero di vittime, secondo dati del ministero della Salute. Nelle ultime 24 ore, i morti sono stati 909 ed i nuovi contagi 25.982, per un totale di 828.810.

America Latina: 1.550.000 contagi e 75.600 morti

Non mostra cedimenti la pandemia da coronavirus in America Latina, dato che nelle ultime 24 ore i contagi sono aumentati di altri 49.019 casi raggiungendo quota 1.556.169, mentre il totale generale dei morti è arrivato a 75.661 (+2.115). E’ quanto emerge oggi da una elaborazione statistica realizzata dall’Ansa sulla base dei dati di 34 nazioni e territori latinoamericani. Gli occhi degli analisti continuano ad essere puntati sul Brasile, il paese ampiamente più colpito della regione. I suoi contagi sono ora 828.810 (+25.982) e i morti 41.828 (+909), con cui si posiziona come secondo al mondo in assoluto dietro agli Stati Uniti. Seguono Perù (220.749 e 6.308), Cile (160.846 e 2.870), Messico (133.974 e 15.944), Ecuador (45.778 e 3.828), Colombia (46.858 e 1.545) e Argentina (27.373 e 772).

Usa, Biden a Trump: gestione criminale

I morti per coronavirus negli Stati Uniti nelle ultime 24 ore sono stati 839. E’ quanto emerge dai dati della Johns Hopkins University, che parla di 2,04 milioni di casi complessivi e 114.643 decessi totali. Il deputato Dem Joe Biden attacca la gestione “quasi criminale” del coronavirus da parte del presidente americano Donald Trump, che ha soltanto creato un “pasticcio” dal punto di vista economico. “Ci sarà qualche forma di seconda ondata. Ci ha inguaiato nella peggiore crisi del mercato del lavoro da più di un secolo”, mette in evidenza il candidato democratico alla Casa Bianca.

New York, Cuomo firma la riforma della polizia

Dopo l’ondata di proteste per la morte di George Floyd e sfidando la forte opposizione dei sindacati, il governatore di New York Andrew Cuomo ha firmato quello che ha definito il pacchetto di riforme della polizia “più aggressivo” d’America. Il provvedimento prevede che la stretta al collo che ha ucciso Floyd, già vietata a New York, diventi un reato penale punibile con una condanna fino a 15 anni di prigione. Abolito anche il segreto sui precedenti disciplinari degli agenti e obbligato per legge l’uso della body-cam, la videocamera personale degli agenti.

Pakistan: per il secondo giorno oltre 6.000 casi

Sono 6.472 i nuovi casi confermati di Covid-19 in Pakistan nelle ultime 24 ore, un dato che porta il totale dei contagi a 132.405. Lo ha reso noto il ministero della Salute. Il bilancio delle vittime nel paese è aumentato di 88 (19 in meno rispetto a ieri) a quota 2.551. E’ il secondo giorno consecutivo in cui si registrano oltre 6.000 nuovi contagi. Il Punjab orientale e il Sindh meridionale sono le province maggiormente colpite con 50.087 e 49.256 casi rispettivamente, il 75% del totale dei casi nel paese. Il Governo ha annunciato venerdì un bilancio di 7294,9 miliardi di rupie per il prossimo anno fiscale. Ben 20 miliardi di rupie sono stati assegnati per migliorare la capacità delle strutture sanitarie e la produzione di attrezzature mediche.

Nuovi casi di covid: 11 quartieri di Pechino in lockdown

Nuovi casi di coronavirus hanno fatto scattare oggi il lockdown in diversi quartieri di Pechino. Nello specifico, undici complessi residenziali nel sud della capitale della Cina sono stati isolati a causa di un focolaio di Covid-19 collegato al mercato della carne di Xinfadi, secondo quanto riferito da funzionari locali. Nove tra scuole e asili nelle vicinanze sono stati chiusi.

 

 

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.