Come avere un fisico “bestiale”? Arriva l'Animal Flow

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:00

Saltare come una tigre, avanzare come un gorilla, strisciare come un alligatore. No, non si sta semplicemendo descrivendo le movenze animali, ma degli esercizi di una nuova forma di allenamento che si chiama Animal Flow. Si tratta di una disciplina che unisce – potremmo dire in maniera molto originale – allenamento a corpo libero e movimenti tipici del mondo animale.

L'idea

L'Animal Flow è stato creato dal personal trainer americano Mike Fitch ed è un programma di allenamento incentrato principalmente sul lavoro a terra e trae ispirazione da altre discipline, come la capoeira e la danza. Il tutto usando però anche delle movenze o posizioni tipich degli animali. L'ideatore, come riporta il sito Green Me – ha spiegato che si tratta di esercizi utili per migliorare l'equilibrio, la forza articolare, la potenza muscolare e la consapevolezza del corpo. 

Movenze animali per un fisico bestiale

Fitch deve aver preso alla lettera il cantautore italiano Luca Carboni quando nel 1991 cantava “Ci vuole un fisico bestiale”. Tra balzi felini, salti da rana, andatura da gorilla o alligatore, il programma di allenamento prevede una serie strutturata di movimenti, passando da una posizione all'altra in maniera molto fluida. Gli esercizi sono raggruppati in sei diversi fasi: 

  • Mobilitazioni del polso: semplici esercizi per aumentare la flessibilità e la forza dei polsi, molto sollecitati da questa tecnica
  • Attivazioni: prese statiche eseguite per riscaldare il corpo prima di iniziare la vera e propria pratica
  • Allungamenti specifici: allungamenti di tutto il corpo che richiamano alcune posizioni animali con lo scopo di aumentare la mobilità e la flessibilità.
  • Forme viaggianti: esercizi che imitano i movimenti degli animali partendo da quelli più semplici per arrivare a quelli più complessi.
  • Interruttori: movimenti eseguiti in sequenza che costituiscono il flusso tipico dell’Animal Flow.
  • Flusso: si eseguono tutti i movimenti combinati in una sequenza fluida che può essere considerata una vera e propria coreografia.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: [email protected]
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.