Viaggi alla scoperta dei vigneti

Tante esperienze multisensoriali da vivere

ULTIMO AGGIORNAMENTO 18:13

Il settore enoturistico è stato duramente colpito durante l’emergenza sanitaria, così aziende vinicole e associazioni hanno organizzato visite personalizzate, eventi e manifestazioni nei vigneti e nelle enoteche per permettere di scoprire angoli inediti del territorio vitivinicolo italiano. Gli amanti del vino, tenendo conto delle prescrizioni anticovid, possono programmare per tempo weekend o vacanze a tema.

Wine experience

Si consiglia un’esperienza multisensoriale e multimediale a Priocca d’Alba (CN), nel cuore del Roero nata da un’idea del gruppo Mondodelvino. È un museo che permette di conoscere territori, metodi e abbinamenti in modo divertente e educativo, insieme a tutta la famiglia. Giocando e interagendo con schermi interattivi e stazioni sensoriali, si impara a conosce il vino italiano. Il percorso museale si snoda lungo 6 sale in un edificio che ospita anche un auditorium per incontri e conferenze, l’aula Vinorum, e la cantina attrezzata per accogliere visitatori ma anche allievi e insegnanti. Alla fine del percorso è possibile degustare i migliori vini delle cantine del gruppo, guidati da un sommelier. Per maggiori informazioni è possibile consultare il sito: https://www.mondodelvino.com/wine-experience/we-priocca/

Le cantine

Da non perdere sono le visite alle cantine del gruppo Mondodelvino: Cuvage, regno dello spumante, e la Tenuta Cà dei Mandorli, sede della cantina Ricossa. Nell’enoteca di Priocca d’Alba (CN) è possibile diventare winemaker per un giorno, partecipando a un laboratorio esperienziale, oppure imparare i segreti del tartufo, dalla ricerca agli abbinamenti culinari. Info: https://www.mondodelvino.com/wine-experience/itinerari-in-piemonte-langhe-roero/

Ci spostiamo in Toscana nella Valle del Chianti a Lamole di Lamole. Qui è possibile scegliere tra sei itinerari dedicati alla scoperta del mondo del vino e del territorio. Si viene accolti nel loro Salotto, per poi giungere nei pressi della cantina, dove è possibile ammirare il Vigneto Storico (del 1945) e lo Sperimentale. Un viaggio, quindi, tra passato e futuro. A far da padrone sono grandi botti e le barrique. La visita si chiude con la Vinsantaia, dove affina lentamente uno dei prodotti simbolo del Chianti Classico: il Vinsanto, ottenuto con il metodo tradizionale. Ciliegina sulla torta è la degustazione dei vini delle tenute toscane di Lamole di Lamole.
Info https://www.lamole.com/visite-degustazioni/

Fonte: Lamole di Lamole
Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: [email protected]
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.