Le previsioni meteo della settimana

Il meteo dovrebbe migliorare a partire da giovedì 11 e tornare sereno nel fine settimana

ULTIMO AGGIORNAMENTO 9:36

Il maltempo è protagonista di questo inizio di settimana. Alimentata da un ciclone in arrivo dalle isole Baleari, è in arrivo una perturbazione. Piogge sparse sono in corso su molte regioni del nostro Paese.

In particolare, si attendono precipitazioni anche moderate e forti in alcune regioni. Osservate speciali le regioni orientali:  SardegnaLazioAbruzzoMolise fino ai comparti più settentrionali della Campania.

In altre zone il quadro meteorologico si presenta più asciutto anche con qualche schiarita specialmente al Nord. Ecco come evolverà la situazione nelle prossime ore e la tendenza fino alla sera.

Le tendenze per la settimana

Come segnalano gli esperti de Il Meteo.it, nella giornata di lunedì cattivo tempo al Centro e sulla Sardegna: si alterneranno piogge con locali temporali. Fenomeni più intensi specialmente nelle zone centro-settentrionali sarde e l’area tirrenica (sud della Toscana e gran parte le Lazio). Rischio di temporali anche a Roma. Nel corso della giornata il brutto tempo inizierà a scendere anche verso il Sud, in particolare verso la Campania, la Basilicata e la Puglia.
Al Nord più asciutto, ad eccezione peri rilievi alpini di confine dove è attesa anche neve sopra i 1000m di quota.

In serata ancora forti perturbazioni al Centro, specialmente su bassa Toscana, Lazio, Abruzzo e Molise. Si segnala il rischio di forti piogge e locali nubifragi sulle coste laziali fino ad alcuni tratti interni.
Sulla base delle previsioni e dei fenomeni in atto, il Dipartimento della Protezione Civile ha emesso per la giornata di lunedì 8 Marzo un avviso di allerta gialla sull’intero territorio di Umbria, Lazio Abruzzo e Molise.

Dopo le precipitazioni diffuse su Sardegna e Centro Italia di lunedì, nel corso di martedì 9 il vortice ciclonico si sposterà in prossimità della Sardegna. Nuove forti precipitazioni potranno interessare l’Isola e un po’ tutto il Centro, prolungandosi anche a Campania, Basilicata e Puglia sul finire della giornata. Si annuncia inoltre il ritorno della neve sui rilievi appenninici centrali, neve anche abbondante sopra i 1100/1300 metri di quota in specie sui rilievi laziali e abruzzesi.

Da mercoledì 10 la perturbazione muoverà il suo baricentro verso il Sud del Paese, innescando rovesci temporaleschi sul sud della PugliaBasilicata, Calabria e settori nord della Sicilia. Sulle due Isole maggiori si attenre anche un  rinforzo dei venti, con raffiche di Maestrale oltre 90 km/h.
Sul resto d’Italia, invece, il quadro meteorologico vedrà da maggiori schiarite, senza escludere qualche banco di nebbia creatasi nelle ore notturne e nelle prime ore del mattino in Val Padana.

Da giovedì 11 invece, il ritorno dell’alta pressione sarà protagonista nel bacino del Mediterraneo, riportando una situazione metereologica più tranquilla su buona parte d’Italia. Qualche eccezione a ridosso dell’arco alpino, specie sulle aree di confine.

Da Venerdì 12 e a cavallo del weekend, l’alta pressione dovrebbe rinforzarsi su tutto il Paese, offrendo condizioni di maggior stabilità atmosferica ovunque.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.