Sos fuga dei cervelli in sanità. Tecnici di radiologia si trasferiscono in Spagna

In continuo aumento il numero dei giovani che scelgono di andare all'estero per una professione medica altamente qualificante e fondamentale per il servizio sanitario nazionale

ULTIMO AGGIORNAMENTO 0:05
Spagna

Fuga dei cervelli in Spagna. In piena pandemia il servizio sanitario italiano è alle prese con un ulteriore motivo di preoccupazione. E cioè il boom di trasferimenti di radiologi all’estero. Una perdita gravissima per gli ospedali d’Italia. Soprattutto perché l’accertamento radiologico ai polmoni rappresenta uno strumento diagnostico fondamentale nella lotta al Covid.Spagna

Dall’Italia alla Spagna

I tecnologi radiologici aiutano gli operatori sanitari a diagnosticare e trattare i problemi medici. Mediante l’imaging dell’interno del corpo umano. Tra le tecnologie a loro disposizione ci sono i raggi X. La risonanza magnetica. E la tomografia computerizzata. Sebbene i tecnici di solito siano specializzati in un solo metodo. Alcune qualità personali possono rendere più facile la scelta del ramo di professionalizzazione. Nel mondo questa è una professione medica sempre più scelta dai giovani che si affacciano al mondo del lavoro. Tuttavia in Italia l’ostacolo più grande restano i test d’ingresso per accedere al corso di laurea. Ed è per questo che la laurea in tecniche di radiologia medica in Spagna è una strada sempre più praticata anche dagli italiani. Sia per evitare i test di ingresso. Sia per il totale riconoscimento in Italia. Per effetto della direttiva europea 36 del 2005. Ai tecnici di radiologia sono richieste qualità dialettiche ed empatiche.

Spagna
Polmoni colpiti dal Covid-19

Rapporto umano

L’imaging radiologico non è né doloroso né richiede tempo. Tuttavia i pazienti che si sottopongono al test possono soffrire di dolore fisico dovuto a condizioni mediche debilitanti. Disagio emotivo a causa del loro futuro incerto. E angoscia mentale nel dover prendere decisioni basate sui risultati del test. I tecnici di radiologia devono avere le competenze necessarie. Per affrontare pazienti altamente stressati. Ciò include l’ascolto attivo. In modo che possano diventare consapevoli delle preoccupazioni del paziente. E serve la capacità verbale di spiegare attentamente le procedure e i risultati.Spagna

Risultati diagnostici

Le competenze dialettiche dei tecnici di radiologia sono utili, dunque. Anche per confrontarsi con i professionisti medici. Dai quali ricevono richieste. E inoltrano i risultati diagnostici. Sono necessaria pure qualità fisiche. I tecnici lavorano principalmente in piedi tutto il giorno. Davanti ai pannelli di controllo. O trasportando apparecchiature portatili al capezzale dei pazienti. Hanno bisogno della forza fisica per spostare i pazienti con disabilità davanti alle aperture di imaging. Ma devono farlo con attenzione e delicatezza. Per non causare più disagio. L’abilità manuale è necessaria per manipolare i controlli. E per regolare le opzioni hardware di imaging. Sono richieste, quindi, abilità tecniche. Per ottenere i migliori risultati, i tecnici devono seguire procedure precise. E regolare le apparecchiature per soddisfare le specifiche esatte. La precisione nei dettagli garantisce risultati di alta qualità.

Team

I tecnici hanno anche bisogno di conoscenze mediche specifiche E di abilità tecniche relative alle apparecchiature. Ciò può essere ottenuto solo attraverso la formazione post-secondaria. La loro istruzione più comune deriva da un diploma di laurea triennale. Disponibile in tutte le università europee. Con tirocini formativi in ospedali e centri privati. I tecnologi di radiologia aiutano a fornire un’assistenza sanitaria innovativa. Un tecnico di radiologia è una parte vitale di qualsiasi team medico. Poiché fornisce un lavoro di imaging non invasivo. Indispensabile ai  professionisti medici per diagnosticare malattie e lesioni. C’è poi una funzione ancora più importante. La persona in questo ruolo aiuta anche a valutare le immagini. Le discute con i medici. E istruisce i pazienti sul processo di imaging. Mettendoli a proprio agio. La tecnologia di imaging continua ad evolversi a un ritmo rapido. Perciò i tecnologi di radiologia sono i punti focali del cambiamento.

Pni

Nuove procedure e metodi, come l’imaging iperspettrale, forniscono immagini quasi in tempo reale. Con colori migliorati dei biomarcatori nei tessuti. In questo modo possono aiutare i medici a distinguere meglio tra tumori maligni e benigni. I buoni tecnici di radiologia sono importanti attori nel fornire la miglior cura al paziente. Entrano anche a far parte di importanti innovazioni. Tra cui la tecnologia “Polarized nuclear imaging”. Il Pni combina l’imaging a risonanza magnetica e l’imaging a raggi gamma. E ha il potenziale per fornire scansioni molto dettagliate. Così come la scansione Pet (Positron emission tomography), che utilizza un computer e una fotocamera speciale. Per visualizzare le funzioni di organi e tessuti di una persona. Così può rilevare insorgenza precoce di malattie. Come la demenza e il cancro. Condizioni di salute che altre immagini potrebbero non rilevare. Una carriera come tecnico di radiologia è gratificante, dunque. Diventare un tecnologo di radiologia è una professione che offre alle persone l’opportunità di lavorare con tecnologie all’avanguardia. Di aiutare i pazienti. E di contribuire a migliorare il panorama sanitario. Specializzandosi in mammografia. Scansione TC. O un altro tipo di imaging.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.