SABATO 01 DICEMBRE 2018, 11:12, IN TERRIS


SCUOLA

Bussetti, Crocifisso e presepe nelle scuole: "L'inclusione non si fa nascondendoli"

Il ministro dell'istruzione, in un'intervista al Corriere della Sera, ha ricordato che sono "simboli della nostra cultura e identità"

REDAZIONE
Il ministro dell'Istruzione Marco Bussetti
Il ministro dell'Istruzione Marco Bussetti
I

l Crocifisso e il presepe "sono simboli dei nostri valori, della nostra cultura, delle nostre tradizioni e della nostra identità. Non vedo che fastidio diano a scuola. Chi pensa che l'inclusione si faccia nascondendoli, è fuori strada". E' quanto ha dichiarato il ministro dell'Istruzione, Marco Bussetti, in un'intervista rilasciata al Corriere della Sera, esprimendo la sua posizione sulle continue polemiche e proteste per la presenza dei Crocifissi e presepi all'interno delle scuole. 


Alternanza scuola-lavoro

Il ministro ha anche affrontato il tema dell'alternanza scuola-lavoro. "La riduzione delle ore obbligatorie non è stata decisa per fare risparmi ma per renderle più efficaci e aderenti al percorso di studio - si legge nell'intrvista - Diciamo che abbiamo fatto una messa a punto. L'alternanza c'è ed è un'istituto fondamentale per la crescita dei nostri giovani. Guardando le esperienze di questi anni abbiamo ritenuto di ridurre il numero minimo obbligatorio delle ore. Gestire 400 ore di alternanza crea in alcune realtà difficoltà nel garantire la qualità dell'esperienza. Quindi abbiamo fissato un minimo che deve essere di 180 nei professionali, 150 negli istituti tecnici e 90 nei licei: significa che se una scuola ha una bella esperienza di scuola-lavoro, può continuare a farla per 400 o 600 ore". 


L'esame di maturità...

Nel corso dell'intervista il ministro ha parlato anche dell'esame di maturità e di come potrà essere integrato, durante la prova orale, con l'esperienza del quarto anno all'estero o il volontariato. "Ma non ne può essere il centro - ha affermato Bussetti - l'esame deve stabilire la preparazione complessiva dei cinque anni di scuola, compresa l'alternanza. Quella che invece non è più obbligatoria è la prova Invalsi, perché può essere ingiusta e fuorviante nel giudizio soprattutto per chi non è madre lingua".


... ed esami di Stato

"Per gli esami di stato ci saranno novità anche per i professori - ha annunciato il ministro - Abbiamo le risorse per remunerare i presidenti di commissione degli esami di terza media: avranno un gettone equivalente a quello dei colleghi della maturità". 

 

 

Spazio al lettore: per commentare questo articolo scrivi a direttore@interris.it

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
Dorothea Wierer
COPPA DEL MONDO

Biathlon, trionfo per Dorothea Wierer

L'altoatesina conquista la Coppa generale, è la prima in assoluto per l'Italia. Lisa Vittozzi (2a) completa il...
La Viking Sky in balia delle onde
NORVEGIA

La Viking Sky attracca a Molde

Incubo finito: tutti in salvo i 1300 passeggeri, 460 evacuati con gli elicotteri
Xi Jinping
LA VISITA

Xi a Palermo, un'eredità reciproca

Il presidente cinese vola nel Principato di Monaco dopo una giornata intensa in Sicilia: "Aumenteranno i turisti...
Il piatto finito
LA RICETTA DEL WEEKEND

Pennette panna e gamberetti: giocare facile a tavola

Bastano pochi ingredienti per realizzare un piatto da consumare da soli o in famiglia
Rafi Eitan
ISRAELE

Addio a Rafi Eitan, catturò Eichmann

La leggenda del Mossad si è spenta a 92 anni. Pose fine alla latitanza dell'ex SS
Italia-Finlandia 2-0. L'esultanza degli Azzurri dopo la rete di Barella
EURO 2020 | QUALIFICAZIONI

La giovane Italia parte forte: Barella-Kean, Finlandia k.o.

Gli Azzurri s'impongono 2-0 alla Dacia Arena. Qualcosa da sistemare ma la strada è giusta. Esordio per Zaniolo