SABATO 23 FEBBRAIO 2019, 00:02, IN TERRIS

Cosa si nasconde dietro la campagna pro cannabis

FABRIZIO TORELLA
Facebook Twitter Copia Link Invia Scrivici
Giovani consumatori di cannabis
Giovani consumatori di cannabis
L

a campagna globale per la liberalizzazione del consumo e della produzione di cannabis rappresenta l’ennesimo attacco all’integrità dell’uomo, ai valori immanenti che ne fondano ragione e coscienza, elementi costitutivi della sua natura unica e incomparabile.

Tale battaglia culturale dalla portata planetaria non è altro se non l'ulteriore fase di trasformazione antropologica coatta – una tragedia l’avrebbe definita Pasolini - che mira a costruire un ponte tra l’homo faber e l'homo ludens, un Oltreuomo che rifugge illusoriamente il dolore e la responsabilità individuale. 

Due recenti pubblicazioni d’oltreoceano, un libro del giornalista d’inchiesta Alex Berenson e un esaustivo report dell’American National Academy of Medicine, aggiungono elementi comprovanti la nocività del consumo di cannabis, in particolare a livello neurologico, senza contare gli innumerevoli danni collaterali impliciti nella vita di relazione nella quale è incardinato l’uomo, con buona pace di chi ne anela un’atomizzazione solipsistica.

Le argomentazioni dei liberal ortodossi e fondamentalisti risultano superficiali e fondate su di un relativismo epistemologico fine a sé stesso, quando non ancora su di un realismo agghiacciante come nel caso di quelle tesi secondo le quali la liberalizzazione rappresenterebbe la panacea ai traffici illeciti della malavita. Sono, infatti, le stesse tesi che vogliono normalizzare e regolamentare la prostituzione, le stesse che hanno legalizzato il gioco d’azzardo e la vendita incontrollata di armi; uno Stato che non combatte più il male ma che al contrario lo istituzionalizza, ne ridefinisce l’accezione stravolgendone la semantica. Gettando in questo modo le sue componenti singole nell’abisso del non senso, in una costante condizione di dissonanza cognitiva che le rende facili prede e consumatori bulimici di ogni strumentale messaggio suggestivo e rassicurante.

I detrattori della cannabis sono dipinti come oscurantisti e reazionari, etichettati e messi alla gogna, anche in questo caso con uno stravolgimento - sottile e di difficile percezione - di significati storici e culturali. Nessuno nega a priori alcuni effetti benefici che determinati principi attivi contenuti nella marijuana possono provocare. Queste argomentazioni, tuttavia, nulla hanno a che vedere con un uso scriteriato e incontrollato di una sostanza dalle potenti proprietà psicotrope.

La cannabis, come d’altronde la flora nella sua stupefacente varietà e complessità, è una pianta versatile che si presta a mille utilità; è singolare, invece, che la maggior parte dei suoi sostenitori ne rivendichi unicamente il consumo ludico, fino a farne il simulacro di una vera e propria ideologia sovversiva.

 

 

 

Spazio al lettore: per commentare questo articolo scrivi a direttore@interris.it

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
Nuvole su Matrte
SPAZIO

Le nuvole di Marte? Ecco di cosa sono fatte

La ricerca degli scienziati dell'Università del Colorado
Maurizio Sarri
SERIE A

Juve, è il giorno di Sarri: "Corono una carriera"

L'ex tecnico di Napoli e Chelsea si presenta: "Champions? Un sogno da inseguire. Napoli? Ho rispettato tutti"
Giulio Tremonti
FACEBOOK

Tremonti: "Con Libra cambiano le regole del gioco"

"Per evitare spiazzamento sistema bancario, mettere l'Iva sulla valuta virtuale"
Alcuni archeologi a lavoro su uno scavo.
ARCHEOLOGIA

La Germania ci restituisce una testa romana

"Piena adesione dei due paesi alla tutela del patrimonio culturale comune"
Cassonetti pieni
SALUTE

Codacons: Roma invasa dai rifiuti, pericolo epidemia

Coordinamento per i diritti dei consumatori presenterà esposto. Raggi: "Allarme ingiustificato"
La palazzina crollata

Esplode palazzina a Gorizia: 2 morti, si cerca 1 disperso

Probabile fuga di gas in viale XX settembre al civico 87
Ricerca di case vacanza su internet
TRUFFE SUL WEB

Gli 8 consigli della Polizia Postale per prenotare online la casa vacanza

E' in crescita continua la tendenza a usare internet, ma la truffa è dientro l'angolo
Magliette

Libera maglietta in libero Stato

E'scoppiata in queste ore la polemica sulla maglietta Lacoste indossata da Carlo Calenda, l’ex ministro...