MERCOLEDÌ 12 OTTOBRE 2016, 002:00, IN TERRIS

Egitto: fondi dalla Cina per la costruzione della nuova "capitale amministrativa"

Due società asiatiche investiranno 35 miliardi di dollari per realizzare la megalopoli che sorgerà a est del Cairo

REDAZIONE
Egitto: fondi dalla Cina per la costruzione della nuova
Egitto: fondi dalla Cina per la costruzione della nuova "capitale amministrativa"
Arrivano dalla Cina i finanziamenti per la costruzione della nuova "capitale amministrativa" egiziana che sorgerà a est del Cairo. La China Fortune Land Development Company (Cfld) - scrive la Cnn online - ha infatti annunciato, durante un incontro con il presidente Abdel Fattah al Sisi, di essere intenzionata ad investire 20 miliardi di dollari nel corso dei prossimi 10 anni. A questi va aggiunta una precedente commessa da 15 miliardi di dollari Usa da un'altra società di proprietà dello Stato cinese, avvicinando il budget ai 45 miliardi necessari per la costruzione della città satellite che ancora non ha un nome.

Annunciato nel marzo del 2015, il faraonico progetto venne definito da alcuni funzionari governativi come la soluzione ottimale per sfoltire il sovraffollamento, l'inquinamento e l'aumento dei prezzi delle case al Cairo. La città, che dovrebbe estendersi per 700 chilometri quadrati, sarà edificata nel deserto nella zone orientale della capitale e ospiterà la nuova sede del governo, alloggi per cinque milioni di persone, 1.000 moschee, zone industriali, un centro congressi con 5.000 posti e il più grande parco del mondo.

Nel progetto entrerebbero anche una società indiana che starebbe ideando un vasto centro medico e universitario, mentre una ditta saudita si lancerebbe nella costruzione di una grande moschea e di un museo islamico.

La prima fase vedrà la costruzione di ministeri e alcuni blocchi residenziali e potrebbe essere completa entro cinque anni. Ma nonostante l'ottimismo dei funzionari egiziani secondo la Cnn non mancano le preoccupazioni. L'Egitto ha già costruito diverse città satellite nei dintorni del Cairo, che però hanno registrato una bassa occupazione, nonostante gli investimenti elevati. "Agglomerati - come spiega David Sims, urbanista con sede a Cairo - che la gente chiama città-fantasma".
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
Importanti progressi nella cura della sma
ATROFIA MUSCOLARE SPINALE

Via alle prime infusioni salvavita

Il trattamento iniziato a Trieste, ora toccherà a Milano e Napoli
Il Pirellone, candidato ad ospitare la sede dell'Ema
BREXIT

L'Ue decide la nuova sede dell'Ema

Duello tra Milano a Bratislava per ospitare l'Agenzia europea del farmaco
SERIE A

Juve, naufragio a Marassi. Pari per Viola e Toro

La Samp vince 3-2: Napoli in fuga. Spal e Chievo bloccano Pioli e Mihajlovic. Colpi di Cagliari, Genoa e Sassuolo
Speranza e Bersani
VERSO LE ELEZIONI

Mdp e SI sbattono la porta in faccia al Pd

Fratoianni: "Tempo scaduto". Bersani: "Ci si vede dopo il voto"
Robert Mugabe
ZIMBABWE

Mugabe accetta di dimettersi

Dopo una lunga trattativa con i militari. L'annuncio in televisione in tarda serata
Due scosse avvertite nel Parmense
PARMA

Doppia scossa di terremoto, nessun danno

Il sisma avvertito anche in Liguria, residenti in strada a La Spezia