Domani la veglia per la vita

ULTIMO AGGIORNAMENTO 2:00

Una veglia per la vita. E' quella che propone la diocesi di San Marino-Montefeltro per domani lunedì 4 dicembre. Come spiega una nota dell'ufficio stampa e comunicazioni sociali, viene proposto alle gestanti “un momento semplice ma intenso di preghiera per vivere l’esperienza del parto coi sentimenti di Maria, la mamma di Gesù, con la speranza gioiosa della sua intercessione”.

Il programma prevede che le future mamme e tutti coloro che intendono partecipare si riuniscano alle 21 in uno dei tre vicariati: Montegiardino per San Marino, dove sarà presente il vescovo mons. Andrea Turazzi; Novafeltria per Val Marecchia; il Santuario di Monte Cerignone per Val Foglia e Val Conca. Dopo l'accoglienza la veglia di preghiera si svilupperà con l'adorazione eucaristica e l’ascolto di testi biblici, del magistero e di testimonianze sul tema dell’accoglienza della vita. L’incontro si concluderà con un omaggio alla Madonna e la consegna di un dono alle future mamme e papà e di una preghiera da recitare in famiglia.Ulteriori informazioni al 333/3849049.

La diocesi di San Marino-Montefeltro è particolarmente impegnata sul fronte della difesa della vita nascente,  soprattutto nel vicariato di S. Marino, da mesi interessato alla discussione di una proposta di legge che intende introdurre la liberalizzazione dell’aborto. Questo appuntamento è dunque un ulteriore segnale di risveglio delle coscienze sul tema dell’accoglienza della vita, che fa seguito all'incontro di domenica scorsa con Gianna Jessen, la donna americana sopravvissuta a un aborto salino, organizzato a Serravalle in collaborazione con Pro Vita onlus. Prima delle iniziative programmate per la Giornata della vita a inizio febbraio del prossimo anno, la Veglia per la vita nascente rappresenta dunque un ulteriore appello alle coscienze dei sammarinesi di buona volontà.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.