Hai mai messo la farina nel freezer? Se non lo hai fatto, hai sempre sbagliato

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:00

La farina è uno dei migliori alimenti per realizzare manicaretti prelibati per tutti i gusti, dolci o salati, ma se non ben conservata finisce per diventare inutilizzabile.

Si tratta infatti di un ingrediente tanto utile in cucina quanto molto delicato. Le proprietà organolettiche della farina possono infatti essere alterate dalla presenza di odori e profumi che le si trovano intorno e che questa assorbe con facilità – eccezione fatta per quelle erbe aromatiche come ad esempio il basilico o la lavanda. Inoltre, se non mantenuta nelle giuste condizioni, può diventare il luogo di nidificazione delle farfalline o della diffusione di parassiti. E questo è indipendente dalla qualità o meno del prodotto in sé.

Come in molte altre situazioni che riguardano la cucina, il cibo e gli alimenti, la soluzione al problema della conservazione della farina, che non deve essere esposta a temperature troppo elevate né all’umidità, si trova nella “sapienza” delle soluzioni casalinghe che sanno coniugare insieme creatività e molta praticità.

Una soluzione casalinga

Bisogna per prima cosa evitare di tenere la farina vicina a fonti di calore eccessivo, né va messa in un ambiente troppo asciutto, perché proprio in quest’ultimo caso si crea l’ambiente ideale per gli insetti per nidificare e deporre le loro uova. E’ importante anche ricordare di evitare assolutamente i luoghi freddi e umidi, perché qui è molto probabile proliferino funghi e muffe.

La soluzione casalinga che adesso va per la maggiore sul web e nelle case è la seguente: conservate la farina nel vostro congelatore. Forse fino ad oggi non tutti erano a conoscenza che anche questo ingrediente rientrasse tra gli alimenti congelabili, per conservarne tutte le caratteristiche.

E invece è proprio la risposta al nostro problema. Le basse temperature del freezer infatti faranno sì che batteri o altri microorganismi non potranno intaccare la farina, mantenendone intatte le peculiarità che tanto tornano utili per mille e più ricette.

Per salvare le sue proprietà organolettiche, la miglior cosa da fare è quella di trasferire la farina dal suo contenitore in un sacchetto di plastica per alimenti, prima di metterla nel congelatore, così da evitare che assorba gli odori circostanti.

Adesso che questa soluzione, molto diffusa e utilizzata, continua a prender piede, il problema della conservazione della farina è risolto. Un’ultima cosa: è possibile usare la farina tenuta in freezer senza neppure il bisogno di scongelarla e senza temere per la propria salute. I vostri prossimi piatti e le vostre prossime ricette sono salvi.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.