Crolla muro a Montelupo: evacuate 5 famiglie

ULTIMO AGGIORNAMENTO 8:06

Tragedia sfiorata a Montelupo Fiorentino. Cinque famiglie sono state evacuate dalle loro abitazioni in seguito al crollo, avvenuto martedì sera, di un muro di contenimento che si affaccia su via Marconi. Trenta metri di sassi e calcinacci le cui macerie sono state quasi tutte rimosse dopo una notte di lavoro. Fortunatamente, si contano i danni e non le vittime. Distrutte cinque auto e lesionati diversi mezzi. 

Agibilità

Sempre per precauzione sono state chiuse sia via Marconi, sia la passerella sulla Pesa. Sul posto vigili del fuoco, carabinieri, volontari di protezione civile, polizia municipale, oltre agli operai del comune e alla giunta comunale. Due delle famiglie evacuate hanno trovato un alloggio da parenti, per le altre tre provvederà l'amministrazione comunale: quattordici in tutto le persone coinvolte. “Dovremo capire con perizie tecniche se le case” sul crinale “sono agibili e quando gli abitanti potranno tornare all'interno. Faremo un incontro con le famiglie” evacuate “per confrontarsi sulla situazione e trovare loro una sistemazione dignitosa che consenta di affrontare i prossimi giorni, in quanto la risoluzione della faccenda non sarà, come ovvio, velocissima” ha detto il sindaco di Montelupo, Paolo Masetti. “Il muro è stato realizzato agli inizi degli anni Settanta e non ha mai destato particolari preoccupazioni. A seguito di alcune segnalazioni nel mese di agosto erano stati fatti sopralluoghi nell’area vicina al muro che è crollato, dai quali però non era emersa alcuna criticità o pericolosità”, ha spiegato il Comune. “Un gruppo di tecnici dovrà verificare tutta la zona, anche quella dove non ci sono stati cedimenti. Quando le abitazioni verranno dichiarate nuovamente agibili voglio avere l’assoluta certezza della loro sicurezza, anche se questo dovesse comportare tempi più lunghi di attesa. Detto questo è nostro preciso impegno adoperarsi per garantire la massima rapidità dei controlli”, ha detto il primo cittadino su empolese.it. “C’è stato un momento questa notte in cui ho temuto il peggio. La zona è altamente frequentata e proprio vicino a dove è caduto il muro ci sono alcuni ristoranti. Pur con grossi disagi, posso dire che è andata bene. Ora si tratta di attivarsi per affrontare le diverse problematiche e per ridurre al minimo i disagi per la popolazione. A tal fine ho già avviato i contatti con la struttura regionale di Protezione Civile”, ha concluso il sindaco Masetti.

 

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: [email protected]
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.