Papa Francesco compirà un Viaggio Apostolico a Malta nei giorni 2 e 3 aprile 2022

Papa Francesco compirà un Viaggio Apostolico a Malta nei giorni 2 e 3 aprile 2022. Visiterà La Valletta, Rabat, Floriana e l’isola di Gozo

ULTIMO AGGIORNAMENTO 13:24

Accogliendo l’invito del Presidente della Repubblica di Malta, George William Vella, delle Autorità e della Chiesa Cattolica del Paese, Papa Francesco compirà un Viaggio Apostolico a Malta nei giorni 2 e 3 aprile 2022, visitando le città di La Valletta, Rabat, Floriana e l’isola di Gozo. Lo fa sapere la Sala Stampa vaticana aggiungendo che il programma preciso e gli ulteriori dettagli della visita saranno resi noti nei prossimi giorni.

Il messaggio del Papa al Movimento per un Mondo Migliore

Sempre nella giornata di oggi, la sala stampa ha reso noto il messaggio che Papa Francesco ha rivolto al Movimento per un Mondo Migliore. Oggi, infatti, ricorre il 70° anniversario del Proclama per un Mondo Migliore di Papa Pio XII, che “costituisce, di fatto, la Magna Charta fondante” del Movimento.

“Andate avanti, non scoraggiatevi, continuate a lavorare per operare questa trasformazione nel mondo. E soprattutto mi raccomando di lavorare per la giustizia, ai bambini e agli anziani, e per la pace. Cari fratelli e sorelle, voglio essere vicino a voi nell’anniversario della creazione del Movimento per un Mondo Migliore”, scrive il Papa.

“Avete lavorato tanto in questi 70 anni. È stata una visione di vita, una visione di creazione. Il Papa Pio XII parlava di ‘trasformazione’. In particolare, dice una parola riferita al mondo: ‘selvatico’, che deve diventare più umano, più ‘divino’, ma soprattutto più umano, perché il Signore è sempre vicino all’umano. Il mondo migliore che vogliamo – ha aggiunto il Santo Padre – sia un mondo di pace. Grazie, tanti auguri e complimenti per questa ricorrenza. Pregate per me, io lo faccio per voi. Il Signore vi benedica e la Madonna vi custodisca”.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.