La vita di Papa Bergoglio diventa un film in Argentina

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:53

Le prime riprese del film su Papa Francesco inizieranno il 12 gennaio e la sua uscita nelle sale cinematografiche è prevista per luglio. Sarà Dario Grandinetti, uno dei più famosi attori argentini, a interpretare il ruolo del Pontefice. “Francisco, vita e rivoluzione” è la biografia scritta dalla giornalista di La Nacion Elisabet Pique, sulla quale verrà basata la regia del film e sarà girato tra Buenos Aires, Madrid e Roma. Il film si chiamerà semplicemente “Francesco” e sia Buenavista e Disney hanno già acquisito i diritti per distribuirla in tutta l’America Latina e Spagna.

Il film sarà prodotto da Pablo Bossi e sarà diretto da Beda Campo Feijoo. “Speriamo che il film possa trasmettere l’ammirazione di tutti noi per la coerenza di una vita basata nell’austerità e nella carità” ha dichiarato Docampo in un’intervista. La pellicola non tratterà tutta la vita di Jorge Mario Bergoglio, ma solamente la sua vita da sacerdote, quando fu nominato cardinale di Buneos Aires e l’elezione Pontefice. Jorge Mario Bergoglio fu creato cardinale dall’allora Papa Giovanni Paolo II il 21 febbraio del 2001, dal 2005 al 2011 è a capo della Conferenza Episcopale Argentina.

Bergoglio ha sempre dedicato molta attenzione alle persone che vivono ai margini della società e in un’occasione dichiarò che “il potere del Papa deve essere il servizio, specie ai più poveri, ai più deboli e ai più piccoli” e ha dimostrato in varie occasioni questa sua propensione di mettersi al servizio, anche in visite ufficiali da cardinale, come quando durante una visita in un ospedale di Buenos Aires lavò e baciò i piedi a dodici malati di Aids, criticando e denunciando l’indifferenza della società verso gli ammalati e i poveri.

Una grande responsabilità spetta quindi a Dario Grandinetti che si calerà nel ruolo del Pontefice. L’attore argentino ha debuttato nelle sale cinematografiche nel 1984 con il film “Darse Cuenta”, nel 2002 ha recitato nel film di Pedro Almodovar “Parla con lei” che vinse il premio Oscar per la miglior sceneggiatura originale. Grandinetti ha anche lavorato in Italia, a dirigerlo sul set nel 2004 fu Sergio Rubini nel film “L’amore ritorna”.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: [email protected]
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.