Cina, la carità cristiana alimenta le opere di misericordia nella campagne

Capodanno cinese. La speranza cristiana abbraccia attese e tristezze del “grande esercito di ChunYun”

Cina

In Cina per il capodanno sacerdoti e laici della di Xingtai, nella provincia di Hebei, visitano in questi giorni anziani, malati e persone sole. Nel villaggio di Zhangzhuang e nei villaggi circostanti. Amministrano sacramenti. Portano benedizioni. Distribuiscono le “buste rosse” di beneficenza. Per aiutare tutti a vivere un sereno Capodanno cinese. Piccoli esempi di opere di “ordinaria” misericordia. Nel tempo della festa del Capodanno cinese mostrano in maniera luminosa i gesti più semplici della carità cristiana. Quelli che abbracciano con una confortante affinità elettiva le virtù tradizionali della Cina. Muovendo al rispetto, all’amore e al sostegno verso gli anziani.Cina

Cristiani in Cina

“Dopo tre anni di chiusure e impedimenti dovuti alla pandemia, è tornato il grande ‘esercito di ChunYun‘- riferisce l’agenzia missionaria vaticana Fides-. La moltitudine sterminata di persone che si mettono in viaggio in tutta la Cina. Per passare insieme ai propri cari i giorni del Capodanno cinese. I tanti immigrati interni che lavorano nelle grandi città hanno abbassato le saracinesche dei negozi. Le fabbriche sono chiuse. Anche a Pechino le strade appaiono più sgombre”. La parrocchia di Jiujiang, nella provincia di Jiangxi, ha appena concluso l’Anno pastorale dedicato alla Parola di Dio. Il parroco Pang Rui continua nel tempo di Capodanno a visitare ogni giorno le famiglie. Insieme alle suore e ai responsabili del Centro parrocchiale. Portando casa per casa i sacramenti dell’eucaristia e dell’unzione degli infermi alle persone anziane, malate e disabili.Cina

Famiglie

Nello Jiangxi, Il parroco don Li Jianjun, della parrocchia di Qianshan, visita le case degli anziani per pregare con loro. E per impartire benedizioni in ogni famiglia. Nella diocesi di Zhengzhou, nella provincia di Henan, il gruppo di Carità ha dato vita a piccole squadre di persone che dalle varie parrocchie si recano nelle frazioni e nei villaggi più isolati della campagna. Per visitare famiglie in difficoltà e portare loro ristori spirituali e materiali.