Mamma va a letto coi fidanzatini delle figlie

ULTIMO AGGIORNAMENTO 0:04

Una donna adulta in California è stata accusata di aver avuto dei rapporti sessuali con degli adolescenti. Ma non solo. I due giovani in questione stavano uscendo con le figlie della donna.

Il fatto

Il procuratore distrettuale, come si legge su Yahoo, ha attribuito alla donna di aver avuto 21 rapporti. Secondo la denuncia penale, i ragazzi avevano 15 e 14 anni quando si sarebbero verificati i crimini, nel 2017. La donna, che ha 41 anni, li avrebbe incontrati a 15 miglia da casa, e avrebbe fornito loro alcol e sigari. Abc 7 riferisce che una presunta vittima avrebbe dichiarato di aver fatto sesso con la donna tre volte in totale, con l'ultima volta che si è verificata il 5 ottobre 2017. Inoltre avrebbe dichiarato che questa sarebbe stata l'ultima volta che avrebbe fatto sesso con l'imputato perché si sarebbe poi sentito a disagio a stringere la mano al marito dell'imputato sapendo ciò che stava facendo. L'uomo avrebbe chiesto il divorzio poco dopo l'arresto della donna, nell'ottobre 2017. La coppia ha quattro figli in totale. Il vice-procuratore distrettuale ha affermato in proposito: “I reati in questo caso sono di grande crudeltà e insensibilità, soprattutto considerando che l'imputato aveva approfittato di una posizione di fiducia per molestare due ragazzi che aveva incontrato quando avevano delle relazioni con le figlie“. Una vicenda che ricorda da vicino – benché sia più prosaica – il celebre film “Il laureato”, del 1968, in cui un giovane Dustin Hoffman viene sedotto dalla madre della sua fidanzata. Ma in quel caso l'oggetto del desiderio della madre era un maggiorenne, non di due adolescenti.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.