LIQUORE AL VIAGRA, IN CINA IL MIRAGGIO DI VIRILITÀ FINISCE IN OSPEDALE

ULTIMO AGGIORNAMENTO 0:09

Dalla Cina arriva l’ennesima notizia di contraffazione di alimenti, ma stavolta a sentirsi male sono i clienti di un noto liquore locale: il baijiu. Alcuni produttori hanno inserito all’interno della bevanda anche del Sildenafil, l’eccipiente base del viagra. Sull’etichetta celebravano le proprietà terapeutiche della bevanda. In tutto il Paese sono state sequestrate migliaia di bottiglie a seguito di alcuni malesseri segnalati dagli acquirenti. Coloro che assumono Sildenafil devono essere informati che tra gli effetti indesiderati sono segnalati anche episodi di capogiro e disturbi della vista, condizioni che possono influire negativamente sulle capacità di guida o di svolgimento di attività che richiedono particolare attenzione.

Accusate due distillerie nel sud della Cina. Gli ispettori della Food and Drug Administration della provincia meridionale del Guangxi, dopo aver sequestrato 5.357 bottiglie sospette, oltre a 1.124 litri di alcol puro, negli stessi stabilimenti è stata ritrovata polvere di Sildenafil. Sull’etichetta i produttori avevano scritto: “liquore benefico per la salute”, ignorando le precauzioni minime che si devono seguire nella somministrazione di vasodilatatori come il viagra.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: [email protected]
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.