India, la missione di routine finisce male e la nave affonda nell’oceano

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:24

Una missione di routine finisce male e un’unità della marina indiana affonda nell’Oceano. E’ successo nella notte di ieri al largo delle coste orientali del Paese, di fronte alla base navale Visakhapatnam, nello Stato di Andrha Pradesh. Stando a quanto riferito dal The Times of India, l’incidente coinvolgerebbe l’unità di recupero siluri Trv A-72. A bordo c’erano 28 marinai. Quattro di loro sono rimasti gravamente feriti e un altro ha perso la vita.

L’imbarcazione, in attività dal 1983, ha improvvisamente caricato acqua in uno scompartimento e si è inabissata. E’ solo l’ultimo di una lunga serie di incidenti causati dall’anzianità di servizio delle navi e dei sommergibili in dotazione alle forze indiane. Nell’ultimo anno sono stati registrati almeno 12 incidenti che hanno coinvolto unità in servizio o in costruzione. Il più grave il 14 agosto scorso, quando il sottomarino Ins Sindhurakshak si è inabissato nel porto di Mumbai causando la morte di tutti i 18 uomini a bordo.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: [email protected]
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.