SABATO 04 APRILE 2015, 000:01, IN TERRIS

IN GIAPPONE UN UOMO SI SPOSA CON IL SUO CUSCINO

EDITH DRISCOLL
Facebook Twitter Copia Link Invia Scrivici
IN GIAPPONE UN UOMO SI SPOSA CON IL SUO CUSCINO
IN GIAPPONE UN UOMO SI SPOSA CON IL SUO CUSCINO
La ricerca del vero amore, la paura di invecchiare da soli, il pensare di doversi sposare a tutti i costi sono fattori che spesso portano l'essere umano a fare delle cose un po' bizzarre o comunque fuori dalla morale comune. Dalle cronache di tutto il mondo sono spesso emersi casi in cui si avevano notizie di matrimoni fuori dal normale, ma la storia di Lee Jin Gyu ha qualcosa di incredibile. L'uomo di nazionalità coreana si è innamorato di un cuscino ed ha deciso di dargli un nome, Dakimakura, e di sposarlo.

Il cuscino, che ha le dimensioni di una persona normale, ha disegnata sulla sua superficie il viso di un cartone animato molto popolare in Giappone che si chiama MAhopu Shoujo Lyrical Nanoha, conosciuto anche come Fate Testarossa. Dopo diverso tempo che il ragazzo, 28 anni, era impegnato in questa "relazione" - se così si può definire - ha deciso che era arrivato il momento di sposarsi e ha organizzato una vera e propria cerimonia, con tanto di inviti, amici e familiari al seguito, e un vestito da sposa con tanto di velo per il suo cuscino.

Lee Jin Gyu sembra essere del tutto felice della sua vita matrimoniale e porta il suo cuscino con sè ovunque vada: al lavoro, al supermercato, al luna park, ma anche a casa di parenti e amici. Sono in molti che parlano di vero amore, ma come si può parlare di relazione con un oggetto inanimato? Il matrimonio dovrebbe essere inteso come un punto di partenza per una vita insieme, tra un uomo e una donna, una scelta consapevole che testimoni la volontà di voler trascorrere una vita insieme, insomma una scelta da fare con coscienza.
Spazio al lettore: per commentare questo articolo scrivi a direttore@interris.it

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
BERGAMO

Due fratelli muoiono durante un bagno nel lago d’Iseo

Non sapevano nuotare, per i carabinieri potrebbe averli inghiottiti una buca sott’acqua. Cinque morti in due giorni
TOSCANA

Ecco gli eredi di giullari e menestrelli

Un festival dedicato ai poeti ambulanti e al repertorio dei cantastorie
MIGRANTI

Open Arms, la polizia nella sede della Guardia Costiera

Ieri l'appello del presidente dell'Europarlamento, David Sassoli, affinché l'Italia consenta lo sbarco

Due punti fondamentali

Siamo finiti in un grande confusione, ed è difficile comprendere quali esiti finali avrà la crisi di...
Peter Fonda in Easy Rider
CINEMA

E' morto Peter Fonda, la star di Easy Rider

L'attore, figlio del grande Henry, aveva 79 anni. Con il film capolavoro del 1969 segnò un'intera generazione

Positivo all’alcoltest chiama il padre, ma è ubriaco anche lui

L’uomo per evitare il sequestro dell’auto si è fatto venire a prendere dai genitori, ma al padre hanno...