Il sindaco non ripara la strada: la rappresaglia è choc

ULTIMO AGGIORNAMENTO 4:07

Una brutta disavventura quella capitata a Jorge Luis Escandn Hernandez, sindaco di una cittadina dello Stato messicano di Chiapas, Las Margaritas: l'uomo, accusato da un gruppo di suoi concittadini di non aver ottemperato a una promessa elettorale, è stato portato via dal suo ufficio, per poi essere legato a un pick-up e trascinato per le strade della città. La colpa del primo cittadino, ritenuta talmente grave da valere una pubblica pena, riguardava la mancata riparazione di una strada che attraversa le zone rurali di Santa Rita, nel Chiapas, dove sorge il villaggio in questione. Il sindaco non avrebbe riportato ferite gravi ma, di sicuro, lo spavento è stato grande: la scena è stata quasi per intero ripresa dalle videocamere a circuito chiuso, oltre che attraverso un filmato amatoriale girato da un cittadino: nelle immagini si vede chiaramente il gruppo trascinare via con la forza Hernandez, con le mani legate, pronto per essere attaccato alla vettura e trascinato via.

#show_tweet#

Una vendetta da Far West

Il primo cittadino ha già fatto sapere che denuncerà i suoi aggressori, per sequestro di persona e tentato omicidio. La notizia è stata riferita dal giornale messicano HeraldodeMexico, il quale ha rivelato che le motivazioni della punizione stile Far West riservata al sindaco riguardavano proprio la mancata promessa di ammodernare la rete stradale. La vendetta nei suoi confronti è stata fermata solo dall'intervento della Polizia, che ha intimato l'alt al mezzo e liberato Escandn dalle corde che lo legavano al camioncino. La notizia ha fatto in breve tempo il giro dei social network.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: [email protected]
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.