GIOVEDÌ 15 AGOSTO 2019, 00:04, IN TERRIS

Facebook spiava le chat audio degli utenti

L’azienda di Menlo Park usava personale umano per ascoltare e trascrivere i file aduredigere testi sui file audio. Ora sostiene di aver terminato questa attività

LORENZO CIPOLLA
Facebook Twitter Copia Link Invia Scrivici
A

desso il Gafa è al completo. Dopo Google, Amazon e Apple anche Facebook, svela l’agenzia Bloomberg, faceva ascoltare e trascrivere le chat audio degli utenti che usano i suoi servizi da dei collaboratori a contratto esterni in carne e ossa. Anche in questo caso, il colosso della tecnologia giustifica il proprio operato con la valutazione delle performance dell’Intelligenza artificiale nella trascrizione di file audio. L’azienda di Menlo Park ha confermato l’attività e ha assicurato che è stata interrotta una settimana fa e non sarà più ripresa. Non si è tratta di una violazione della privacy degli utenti perché sarebbe avvenuto solo con chi aveva dato l’ok al servizio, ma Facebook non aveva specificato che venisse impiegato del personale umano. Un altro po’ di pubblicità negativa per Mark Zuckerberg, co-fondatore e Ceo del social network più grande del mondo, dopo la multa da cinque miliardi di dollari per lo scandalo di Cambridge Analytica pagata da aprile.


L’assenso            

A differenza dei rivali che usavano gli speaker, vedi  Amazon con Alexa, o gli assistenti vocali, come  Apple con Siri, per registrare e far ascoltare a dei dipendenti sparsi in tutto il mondo senza averlo reso noto agli utenti, Facebook sostiene di aver usato questa pratica solo con chi acconsentiva a far trascrivere le proprie conversazioni vocali. Lo scopo, quello di monitorare l’efficienza dell’intelligenza artificiale nella trascrizione dei vocali. Come sempre però il diavolo si trova nei dettagli e nei documenti sul trattamento dell’uso dei dati degli utenti di Facebook non si parlerebbe di persone terze che hanno accesso alle conversazioni.


La multa record

La rivelazione di Bloomberg è una smentita quantomeno parziale della dichiarazione fatta davanti al Congresso degli Stati Uniti dal presidente di Facebook durante un’audizione sul comportamento dell’azienda nella vicenda Cambridge Analytica e sulle gestione dei dati degli utenti per far apparire sulle loro bacheche la pubblicità a loro più affine. “Questa teoria della cospirazione che noi ascoltiamo quello che passa per il microfono degli utenti e lo usiamo per la pubblicità. Non lo facciamo”, aveva detto Zuckerberg  rispondendo a un senatore. L’azienda poi è stata multata per 5 miliardi di dollari dalla Federal Trade Commission per violazione della privacy, la sanzione più alta per un’azienda del settore.

Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 


Scrivi il tuo commento


Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
Un pompiere
TREZZANO SUL NAVIGLIO (MILANO)

Incendio in un capannone, due feriti gravi

Ustionati tre operai, due in codice rosso. Sono i dipendenti di una ditta che lavora cannabis legale
La cantante Emma Marrone al Festival di Sanremo 2013
CANTANTI

Emma Marrone si ferma: "Devo affrontare un problema di salute"

La vicinanza dei colleghi, da Pausini a Nek: "Forza, siamo tutti con te"
Frame di uno dei video che riprende un oggetto volante non identificato - Video © U.S. Department of Defense
EXTRATERRESTRI

Gli Ufo esistono: parola della Marina Usa

Le prove nei filmati diffusi tra il 2017 e il 2018 dal New York Times
I disordini a Torino del 9 febbraio - Foto La Stampa
TORINO

Operazione della Digos contro anarchici: due arresti e 37 indagati

I divieti di dimora sono undici, anche cittadini stranieri. La sera della protesta fermate già undici persone
Staff dell'Oim in Libia - Foto © Organizzazione mondiale per le migrazioni
IMMIGRAZIONE

Libia: migrante in fuga ucciso con un colpo di arma da fuoco

L'uomo, di origini sudanesi, faceva parte di un di persone riportate a terra dalla Guardica costiera Libica
Washington. Transenne nella zona di Columbia Heights
USA

Spari a Columbia Heights: paura a Washington

Ancora non chiara la dinamica, i colpi esplosi non lontano dalla Casa Bianca. Almeno un morto e sei feriti, due gravi
Papa Francesco con un bambino malato - Foto © L'Eco di San Gabriele

Chi ha paura di Papa Francesco?

Se i social fossero uno specchio veritiero della realtà, dovrebbe esserci uno scisma al giorno. E invece,...
Roma-Basaksehir 4-0. Nicolò Zaniolo esulta dopo aver siglato il tris giallorosso - Foto © Twitter
EUROPA LEAGUE

Roma sul velluto, Basaksehir affondato: 4-0

All'Olimpico apre un'autorete di Caiçara, poi Dzeko, Zaniolo e Kluivert. La Lazio cade a Cluj
Palazzo Chigi, sede della Presidenza del Consiglio
GOVERNO

Consiglio dei ministri approva il "decreto cybersecurity"

Introdotto il "golden power" a garanzia del mercato azionario italiano. Assente il dl del ministro Costa
Tor Bella Monaca (Foto-Cgil Roma Rieti)
PERIFERIE

Tor Bella Monaca: famiglia di rom mandata via da una protesta

Il nucleo di quattro persone era legittimo assegnatario di un alloggio popolare, ora potrebbe rinunciare
Rider
L'INCHIESTA

Milano, la Procura indaga sul giro dei riders

Sotto la lente degli inquirenti le ipotesi di presunto caporalato e possibile violazione degli standard di sicurezza
Justin Trudeau
CANADA

Nuova bufera su Justin Trudeau

Time pubblica una foto giovanile del premier con un travestimento "blackface". Scuse immediate ma è polemica