Addio alle strette di mano sui luoghi di lavoro: ecco perché

ULTIMO AGGIORNAMENTO 0:04

Dare una pacca sulla spalla a una collega può essere considerata molestia? E ancora: stringerle la mano? Per evitare confusione su quale tocco sia accettabile, Kate Palmer, consigliere associato di consulenza per le risorse umane di un'azienda, ha sostenuto in un'intervista a Metro.co.uk che i datori di lavoro possono vietare ogni forma di contatto fisico per evitare confusione su quale tipo di tocco sia appropriato.

Il sondaggio: “No ai contatti fisici”

“Alcuni datori di lavoro potrebbero vietare completamente il contatto fisico”, ha detto. Così – secondo la Palmer – “potrebbero semplicemente imporre nessun contatto perché non c'è un'area grigia“. Ha inoltre aggiunto che che il movimento #MeToo ha costretto i datori di lavoro a pensare di attuare migliori politiche “in bianco e nero”. L'esperta ha spiegato che tre persone su quattro desiderano un divieto totale di contatto fisico sul posto di lavoro, secondo un recente sondaggio di 2000 adulti sulla rivista Totaljobs. Secondo la Palmer, inoltre, il livello di contatto appropriato varia da persona a persona, ma anche da attività ad attività. Ad esempio, ha affermato che accarezzare qualcuno sul retro di un cantiere può essere più accettabile che farlo in ufficio. Anche se – ha aggiunto – il posto di lavoro si estende anche al di fuori dell'ufficio, ad esempio agli aperitivi o alle feste aziendali.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: [email protected]
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.