BOCCIATO



DOMENICA 02 FEBBRAIO 2020, IN TERRIS

Gli negano la cittadinanza dopo un quiz surreale

Ignorava che lupi e orsi condividono la stessa area nel parco naturale di Goldau

MILENA CASTIGLI
Lupi ed orso nel parco naturale di Goldau
U
n cittadino italiano, che abita a Losanna (in Svizzera) da più di 30 anni, si è visto negare la cittadinanza dopo l'aver sbagliato alcune domande in un quiz a dir poco stravaganti. Come riporta SportellodeiDiritti.it , le autorità svizzere locali hanno giudicato insufficienti le sue conoscenze del territorio, poiché ignorava il fatto che lupi e orsi del parco naturale di Goldau (nel Canton Svitto) condividono lo stesso recinto. Il ricorso Ma il...
SABATO 01 FEBBRAIO 2020, IN TERRIS

La mascherina anti virus è prodotta a Wuhan

La clamorosa scoperta in una farmacia romana, il prodotto però va a ruba

MILENA CASTIGLI
Una mascherina Made in Wuhan
L
e mascherine che dovrebbero proteggere dal virus cinese, sono prodotte a Wuhan epicentro della pandemia! È la scoperta che ha fatto il giornale italiano Il Tempo in una farmacia di Roma: alcune di esse sarebbero proprio "made in Wuhan" come si legge a chiare lettere sulla casella "provenienza" stampata sulla mascherina protettiva: "Wuhan (Hubei, China)". Anche se sembra in ogni caso altamente improbabile che i prodotti, sterilizzati e imballati, possano...

VENERDÌ 31 GENNAIO 2020, IN TERRIS

Lancia massi e cartelli segnaletici dal cavalcavia

La polizia stradale ha arrestato un uomo e denunciato un minorenne

MILENA CASTIGLI
Sassi lanciati dal cavalcavia (immagine di repertorio)
U
n uomo si è "divertito" a lanciare di notte dal cavalcavia dell'autostrada Torino-Milano un masso di otto chili ed un cartello stradale. Per puro miracolo, i lanci hanno prodotto solo danni materiali a diversi mezzi in transito sull'A4, nei pressi dell'uscita di Vicolungo, vicino a Novara, senza ulteriori danni ai conducenti e ai passeggeri dei mezzi. Allertata dai guidatori, è intervenuta prontamente la polizia stradale di Novara che ha arrestato un...
GIOVEDÌ 30 GENNAIO 2020, IN TERRIS

La storica pasticceria chiude per il troppo...profumo

I vicini si lamentano, la pasticceria Sluka di Vienna costretta a correre ai ripari

MILENA CASTIGLI
La pasticceria Sluka di Vienna
I
locali pubblici vengono fatti chiudere per i motivi più disparati. In genere, questo avviene dopo la segnalazione dei cittadini che si lamentano del troppo rumore, oppure perché gli avventori "su di giri" danneggiano le auto parcheggiate lì vicino, o anche perché il locale non segue le norme di igiene e rappresenta un pericolo per la salute dei clienti. Dolce profumo Ma il motivo della chiusura del laboratorio di pasticceria Sluka -...

MERCOLEDÌ 29 GENNAIO 2020, IN TERRIS

Ferisce col taglierino la dipendente di una gelateria

La rapina nel locale in lungotevere dei Vallati poteva finire in tragedia

MILENA CASTIGLI
Uomo minaccia con il taglierino
P
aura per la dipendente di una gelateria di Roma. Un uomo, un 30enne romano, è entrato nel locale in lungotevere dei Vallati minacciando con un taglierino la dipendente della gelateria e costringendola a consegnare il denaro contenuto in cassa. Il malvivente, non contento del bottino, allo scopo di ottenere altro denaro, ha colpito la vittima alla mano destra procurandole una lieve ferita, dandosi poi alla fuga a piedi, lungo l’argine del fiume Tevere, facendo perdere...
MARTEDÌ 28 GENNAIO 2020, IN TERRIS

Svastiche e insulti, il rigurgito antisemita nel Giorno della Memoria

Due episodi, uno a Torino l'altro nel Bresciano: quando l'odio vince non solo sulla ragione ma anche sulla coscienza

DM
I due gravissimi episodi a Rezzato e Torino
N
on è bastato l'orrore, né l'occasione di riflessione concessa dalla Giornata della Memoria a reprimere il sentimento antisemita in coloro che, nelle stesse ore in cui si commemoravano le vittime del massacro messo in atto dai nazisti nei campi di sterminio, hanno dato sfogo ai loro istinti più deprecabili, lasciando spazio all'odio e al disprezzo gratuito. "Crepa sporca ebrea" è la scritta apparsa sul muro di una palazzina torinese, in Corso...

LUNEDÌ 27 GENNAIO 2020, IN TERRIS

Un "Mafia tour" nei vicoli della camorra di Napoli

Proposto da un privato cittadino sulle piattaforme internet, scoppia la polemica

MILENA CASTIGLI
I Quartieri Spagnoli a Napoli
V
enticinque euro per il "Tour della Mafia", vale a dire un giro turistico per i vicoli di Napoli in qualche modo correlati alle storie di camorra, sia reali sia quelle di "fiction". L'idea è di un privato cittadino che ha pubblicizzato l'iniziativa sulle piattaforme Airbnb e TripAdvisor, sito internet di hotel e attrazioni turistiche con più di 30.000 destinazioni nel mondo. Tra cui anche il "Mafia tour", di cui riportiamo...
DOMENICA 26 GENNAIO 2020, IN TERRIS

Drogato e senza patente sperona l'auto della polizia

Inseguimento da paura a Rozzano, il guidatore era già noto alle forze dell'ordine

MILENA CASTIGLI
Polizia a Milano
S
cena di ordinaria follia per le strade di Rozzano (Milano) quando un uomo, alla guida di un auto, sotto l'effetto si sostanze stupefacenti e senza neppure aver mai preso la patente, è fuggito all'alt della polizia municipale. Ma quella che potrebbe passare per una "ragazzata", ha rischiato di finire in tragedia. Inseguimento da Far West Il guidatore, un 29enne, all'alt in via Curiel è scappato imboccando la tangenziale Ovest....

SABATO 25 GENNAIO 2020, IN TERRIS

Spostate in avanti le lancette dell'orologio dell'Apocalisse

Mancano solo "100 secondi" alla fine dell'umanità, contro i due minuti del 2019

MILENA CASTIGLI
Doomsday Clock
L
e lancette dell'orologio dell'Apocalisse sono state spostate avanti a 100 secondi alla mezzanotte contro i due minuti del 2019. A deciderlo, non certo un gruppo di sprovveduti, ma la Federazione degli scienziati atomici, a cui concorrono anche 13 premi Nobel. L'Orologio dell'apocalisse (Doomsday Clock in inglese) è una iniziativa ideata nel 1947 dagli scienziati della rivista Bulletin of the Atomic Scientists...
VENERDÌ 24 GENNAIO 2020, IN TERRIS

Rubavano i fiori al cimitero per rivenderli nel negozio abusivo

Due pregiudicati arrestati, denunciate le mogli: percepivano indebitamente il reddito di cittadinanza

MILENA CASTIGLI
Controlli a tappeto a Librino
R
ubavano i fiori dei morti al cimitero di Catania (in Sicilia) per rivenderli nel loro negozio di piante. Abusivo. Per tale motivo sono stati denunciati due uomini, entrambi catanesi, per due distinti casi di furti al cimitero. Inoltre, una denuncia è arrivata anche alle loro rispettive mogli che, avendo presentato la documentazione che attestava l'assenza di reddito familiare, percepivano il reddito di cittadinanza. I due ladri Il commissariato di Librino - quartiere catanese nella...

NEWS

Scampia: riscatto da Gomorra

Viaggio nel quartiere che reclama la sua dignità. Oltre le Vele.
Emmanuel Macron e Giuseppe Conte
CORONAVIRUS

Conte e Macron a Napoli: "Frontiere aperte"

Bilaterale fra i due presidenti per il XXXV vertice intergovernativo. Il premier: "Chiuderle sarebbe un danno...
Coronavirus
L'EPIDEMIA

Coronavirus, il Tar riapre le scuole nelle Marche

Aumentano i decessi (14) ma anche le guarigioni (42), 650 i contagi. Riaperto anche il Duomo di Milano
L'aeroporto Ben Gurion
L'EPIDEMIA

Coronavirus, Israele respinge gli italiani

Rimandati indietro 56 passeggeri e disposto il blocco ai voli dal nostro Paese. L'Arabia Saudita ferma i pellegrinaggi
IN ASCOLTO DELLA PAROLA

Nel santuario diocesano il silenzio diventa profezia

Intervista a Interris.it di padre Emiliano Antenucci. "A inizio maggio l'inaugurazione". Oggi la conferenza sulla...
SUICIDIO ASSISTITO

Choc in Germania: per i giudici togliersi la vita è un diritto

La Corte Costituzionale ha deciso di annullare l'articolo 217 del Codice penale che vietava la possibilità alalle...
CORONAVIRUS

Oms: "Per la prima volta più contagi all'estero che in Cina"

Sono 427 contro i 411 cinesi. Primi contagi in Danimarca, Romania ed Estonia
Etichetta alimenatre

"Spesso buono oltre": la data di scadenza contro lo spreco alimentare

Lidl introduce la nuova etichetta che accompagnerà "Da consumare preferibilmente entro"
Roseto degli Abruzzi
CORONAVIRUS

Primo caso positivo in Abruzzo: è un turista brianzolo

La conferma del contagio arriverà solo con gli esiti del secondo esame dello Spallanzani