Forbes, ecco chi sono gli under 30 italiani più influenti del 2020

Dallo spazio alla finanza: l'Italia dei giovani che non smettono di sperare

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:21

C’è un centrocampista del Brescia, un genio napoletano che si occupa di progetti spaziali, un’appassionata di divulgazione economica. La lista dei 100 giovani italiani under 30 più promettenti del 2020 è un patchwork che va dal nord al sud del Paese e copre vari settori: dalla sanità all’informazione, dal marketing alla giurisprudenza. “Gli under 30 […] sono la prova che il futuro sarà nuovo, eccitante e profondamente diveso” scrive la storica rivista economica. Una giovane generazione di imprenditori pronti a sfidare il mondo.

Erica Alessandri, nel board di Technogym Italia

Erica, “sorella” di Technogym

Come Erica Alessandri, figlia di Nerio, il celebre imprenditore e fondatore della società leader internazionale nella produzione di attrezzi per lo sport ed il tempo libero con sede a Cesena. A lei, Forbes Italia dedica la copertina. Erica non si accontenta di avere le redini di un’impresa fondata dal padre, che oggi fattura oltre 600 milioni di euro all’anno. La giovane occupa un posto nel board aziendale e punta a un futuro sociale dell’impresa: “Ho un fratello più piccolo, Edoardo, che studia ancora e una sorella maggiore con cui condivido tutto, anche i segreti. Si chiama Technogym” ironizza lei. I 100 under 30 selezionati da Forbes Italia saranno protetti e aiutati dai brand italiani leader nel proprio settore in qualità di tutor per seguirli nei progetti nelle loro aree di competenza.

Matteo: da Napoli allo spazio

Tra gli italiani più influenti nel settore della scienza, c’è Mattia Barbarossa, che Interris.it ha intervistato lo scorso luglio. Entro il 2021 il giovane, che ha fondato nella sua Napoli una piccola azienda, Sidereus Space Dyamics, sta sviluppando dei satelliti transorbit per circumnavigare la luna. “L’obiettivo è quello di sfruttare l’economia per fare esplorazione spaziale, ma anche  sviluppare le tecnologie spaziali per uso terrestre” dichiarava a Interris.it. Cento giovani sono una grande dose di speranza per un Paese che, per altri versi, mostra tutte le sue incertezze.

Mattia Barbarossa, il giovane imprenditore spaziale originario di Napoli

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.