LUNEDÌ 10 FEBBRAIO 2020, 15:54, IN TERRIS

REGNO UNITO

Indipendente ed europea: la Scozia studia il dopo-Brexit

Il primo ministro scozzese, Nicola Sturgeon, punta a un nuovo IndyRef: "Lasciamo l'Ue quando ce n'è più bisogno"

DM
Facebook Twitter Copia Link Invia Scrivici
Nicola Sturgeon, primo ministro scozzese
Nicola Sturgeon, primo ministro scozzese
S

embra solo questione di tempo prima che la Scozia scelga di giocarsi la carta dell'IndyRef e scegliere, una volta per tutte, da che parte stare. A rilanciare l'ambizione di una secessione scozzese è stata la leader dello Scottish National Party, Nicola Sturgeon, una che non ha mai nascosto le sue mire indipendentiste e tutt'altro che favorevole ad adeguare il Paese alle logiche della Brexit. L'obiettivo, ha detto a margine di un evento all'European policy centre, è "tornare nel Parlamento europeo come una nazione indipendente. E' risaputo che la maggioranza degli scozzesi ha scelto di rimanere nell'Ue quando è stata fatta loro la domanda durante il referendum del 2016". Il primo ministro tira nuovamente fuori il giorno in cui i britannici scelsero (per un soffio) di tirarsi fuori dall'Unione europea, dovendo però fare i conti con un Paese sostanzialmente diviso e che proprio in Scozia vedeva un baluardo del Remain. E Sturgeon non manca di notarlo: "Stiamo lasciando l'Ue in un momento in cui non abbiamo mai beneficiato così tanto dell'Unione, in cui non c'è mai stato così tanto bisogno di Ue".


Sondaggi positivi

Non dimentica, il primo ministro scozzese, che la sua occasione la Scozia l'ha avuta nel 2014, scegliendo di restare nel novero del Regno Unito quando ancora, però, di Brexit si parlava a fasi alterne, o comunque come di una possibilità non troppo realistica da mettere in atto. Del resto, il risultato della consultazione del 2016 prese alla sprovvista anche il premier di allora, David Cameron, che mise sul piatto le dimissioni aprendo la via a Theresa May e la stagione infinita delle trattative andate in porto (per la prima parte) appena una decina di giorni fa. Ora però, alla luce dei risultati del referendum di quattro anni fa, la Scozia torna ad alzare la voce per ottenere una nuova chiamata al voto e verificare quanto la Brexit abbia influito sul sentimento degli scozzesi che, all'epoca, non vollero sganciarsi dall'egemonia di Londra. I sondaggi effettuati fin qui dicono che un nuovo voto molto probabilmente staccherebbe la Scozia dall'Inghilterra e dal Galles, costringendo le autorità britanniche a rivedere il design storico dell'Union Jack senza la Croce di Sant'Andrea.


Verso l'IndyRef

Al The Scotsman, in occasione del Brexit Day, Sturgeon aveva delineato quali sarebbero le conseguenze di una Scozia fuori dall'Unione europea, prima fra tutte l'impoverimento della popolazione, tracciando un quadro decisamente allarmista sulla questione Brexit: "Pone un rischio diretto per l'occupazione, la prosperità e gli investimenti - e, sotto il governo di Boris Johnson, siamo pronti a vedere una pericolosa divergenza dall'Ue su questioni vitali come la protezione ambientale, le norme alimentari e i diritti dei lavoratori". Da parte sua, Londra continua a ritenere la possibilità di un nuovo referendum scozzese un possibile cattivo esempio (vista anche un'Europa mostratasi ben disposta a riaccoglierli) per altri movimenti secessionisti europei, ben più accesi di quello in Scozia: "Penso che sia stato francamente non europeo e irresponsabile - ha detto il ministro degli Esteri inglese, Dominic Raab, in merito alla manifesta apertura di Donald Tusk alla Scozia - date le tendenze secessioniste e separatiste in Spagna, Francia e Italia". Va da sé che, anche alla luce dello slancio democratico che ha portato alla separazione dell'Ue, Londra non potrebbe esimersi dal concedere agli scozzesi un nuovo IndyRef. In nome degli stessi principi. E senza Scozia potrebbe essere tutta un'altra Brexit.

Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 


Scrivi il tuo commento

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
SFRUTTAMENTO LAVORATIVO

Approvato il primo piano nazionale contro il caporalato

Dieci le azioni prioritarie del piano, tra cui anche assistenza, protezione e reinserimento socio-lavorativo delle vittime
In primo piano, la cosiddetta
ITALIA

Scampia, inizia la demolizione della Vela: "Non siamo solo Gomorra"

Il plauso del sindaco di Napoli, Luigi De Magistris: "Una nuova periferia è possibile"
UDIENZA PONTIFICIA

"Etica ecologica contro l'egolatria"

Papa Francesco traccia le prospettive dell'educazione cattolica nel terzo millennio globalizzato
Il leader di Italia Viva, Matteo Renzi
POLITICA

Il piano di Renzi per l'Italia. Presto l'incontro con Conte

Il leader di Iv pensa a come rilanciare il Paese. Timore per una destabilizzazione del governo
Panetto di cocaina
OPERAZIONE ANTIDROGA

Roma: sequestrata cocaina per un valore di 35mila euro

Cinque arresti, il commento del capitano Passaquieti della Compagnia di Frascati
Il bacio dell'uomo disabile a Papa Francesco - Foto © Andrew Medichini per AP
GESTI DI MISERICORDIA

Quel bacio al Papa che ha commosso il mondo

Ieri in udienza il Pontefice ha ricevuto un "regalo" inaspettato
MEDIO ORIENTE

In soccorso del Libano sull'orlo della bancarotta

Beirut chiede aiuto al Fondo Monetario internazionale. La drammatica situazione economica e finanziaria del Paese con più...
Il cantiere navale di Taranto
TARANTO

Tangenti per appalti della Marina Militare: 12 arresti

Il totale degli importi relativi alle gare veniva equamente diviso fra gli indagati
Rifugiati siriani in un punto di raccolta degli approvvigionamenti - Foto © The New York Times
EMERGENZA UMANITARIA

In Siria i profughi stanno vivendo la fine del mondo

Da dicembre in 900mila hanno lasciato le case per i bombardamenti. Procedono i negoziati
SOLIDARIETÀ

Pet therapy per l'oncologia pediatrica

Sulla Collina degli Elfi, in provincia di Cuneo, gli animali regalano un sorriso ai bambini malati di tumore. Ora una raccolta...
Il luogo della deflagrazione
CATANIA

Bomba davanti a un distributore, morto il ladro

Il giovane, non identificato, era assieme a un complice che è fuggito
EMERGENZA RAZZISMO

"La strage xenofoba di Hanau nasce dall'ignoranza della storia e dall'odio"

Intervista a Interris.it del vescovo Enrico dal Covolo, Assessore del Pontificio Comitato di Scienze Storiche
Il luogo della strage
GERMANIA

Strage di Hanau: 11 morti. Il cordoglio della Merkel

Il killer è un estremista di destra, Tobias R: "Alcuni popoli vanno annientati". Uccisa anche la madre
La disinfezione delle strade
CORONAVIRUS

Cina: "Gli sforzi per il controllo dell'epidemia stanno funzionando"

Morti due passeggeri della Diamond Princess. Scoperta "l'untrice" della Corea del Sud
Prostituzione minorile
AUDIZIONE

Roma: 31 procedimenti per prostituzione minorile

La pm Monteleone: "In aumeno i reati di pedopornografia e molestie sessuali"
Sandra Sabatini
RIMINI

Il 14 giugno la beatificazione di Sandra Sabattini

Alla Fiera di Rimini per ospitare tutti i membri della Comunità Papa Giovanni XXIII