MERCOLEDÌ 20 MAGGIO 2015, 10:51, IN TERRIS

SUD SUDAN, L'ALLARME DELL'UNICEF: OLTRE 13.000 BAMBINI COINVOLTI NELLA GUERRA CIVILE

Il conflitto iniziato nel 2013 tra le due etnie kiir e nuer ha provocato già 50 mila morti

MILENA CASTIGLI
SUD SUDAN, L'ALLARME DELL'UNICEF: OLTRE 13.000 BAMBINI COINVOLTI NELLA GUERRA CIVILE
SUD SUDAN, L'ALLARME DELL'UNICEF: OLTRE 13.000 BAMBINI COINVOLTI NELLA GUERRA CIVILE
Sono i bambini a pagare il prezzo più alto della guerra civile che sta insanguinando il Sud Sudan da mesi. A lanciare l'allarme è l'Unicef, che riporta testimonianze oculari: nell'ultimo attacco dell'Esercito di Liberazione Popolare (SPLA) sono rimaste vittime almeno 10 bambini. Altri sono stati rapiti e violentati o costretti ad armarsi. Sarebbero oltre 13.000 quelli coinvolti nel conflitto secondo l'Onu.

L'Unicef chiede un intervento delle Nazioni Unite dopo l'ultimo attacco dell’esercito di liberazione: i testimoni raccontano di interi villaggi rasi al suolo, donne e bambine portate via e violentate, minori coinvolti nelle violenze o utilizzati come guardie per il bestiame rubato. Il Rappresentante dell'organizzazione umanitaria in Sudan meridionale, Jonathan Veitch chiede “un'indagine urgente e approfondita anche per identificare i responsabili di queste ultime atrocità”.

La guerra civile nel Sud Sudan – uno degli Stati africani più poveri nonostante i ricchissimi giacimenti di petrolio presenti nel sottosuolo – è scoppiata nel dicembre del 2013 quando si è verificato un tentato colpo di Stato nel quale le forze leali al presidente Salva Kiir di etnia dinka si sono scontrate con quelle fedeli all'ex vicepresidente Riech Machar di etnia nuer, esonerato a luglio a causa dei forti contrasti con Kiir. Secondo fonti ufficiali, si calcola che almeno 50.000 persone siano state uccise nel corso del conflitto etnico. Di queste, come denuncia l’Unicef, moltissime sono minori e bambini.
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
VITERBO

Anziani coniugi trovati morti in casa

La coppia era stata avvolta nel cellophane. Ricercato il figlio che viveva con loro
COPPA ITALIA

Fiorentina e Milan, tris per i quarti

Stese Samp e Verona (3-2 e 3-0): derby al prossimo turno per Gattuso. Forte contestazione a Donnarumma
Giuseppe Sala
EXPO 2015

Sala accusato di concorso in abuso d'ufficio

Al sindaco di Milano è stato contestato il reato in relazione al capitolo "verde" dell'appalto per la...
Silvio Berlusconi
RISCHIO STRAPPO

Berlusconi: "Salvini? Fa i capricci"

Il leader del Carroccio duro dopo il 'no' di Forza Italia alle legge sui reati gravissimi: "Stop agli...
Pesante sentenza di condanna per un giovane marocchino
TORINO

Sei anni al jihadista "della porta accanto"

Marocchino condannato per terrorismo
Il procuratore Verzera
CATANIA

Anziane sorelle massacrate in casa

Uccise a coltellate. Si segue la pista della rapina
Miliziani dell'Isis
GENOVA

Istigazione al terrorismo, tunisino indagato

Sulla sua pagina Facebook foto e video inneggianti all'Isis
Senato
BIOTESTAMENTO

Si va verso l'approvazione della legge

Passano i primi articoli. Centro Studi Livatino: "Sigillo funesto a un Paese che sta scomparendo"