VENERDÌ 14 OTTOBRE 2016, 000:01, IN TERRIS

L'ULTIMA CHANCE DI ASIA BIBI

ANGELO PERFETTI
L'ULTIMA CHANCE DI ASIA BIBI
L'ULTIMA CHANCE DI ASIA BIBI
Parlare di vittoria in una situazione del genere, dove da anni si vive isolati, in condizioni igienico sanitarie devastanti, imprigionati senza un reale motivo e soprattutto senza prova alcuna che non sia la delazione, forse può essere improprio. Ma c’è un elemento di grande positività, almeno sotto il profilo della coscienza internazionale, nel rinvio a data da destinarsi fatto dalla Corte Suprema del Pakistan sul caso di Asia Bibi.

L’udienza ad Islamabad riguardava l'ultimo appello possibile per evitare l'esecuzione della pena di morte comminata per blasfemia a Asia Bibi, madre cristiana di cinque figli. La Corte non ha neppure avviato l'esame del ricorso perché uno dei tre giudici del tribunale, Iqbal Hamid-ur-Rehman, ha rinunciato al caso sostenendo di aver in passato seguito quello di Salman Taseer, ex governatore del Punjab ucciso per aver preso le difese della donna accusata da una compagna di lavoro di aver offeso il Profeta Maometto. Il che la dice lunga sul clima di intimidazione e terrore che pervade la società pakistana.

"Non c'è dubbio che in gioco c'è la vera anima dello stato e della società pakistana: il Pakistan rispetta i diritti dei più deboli? Difende quei diritti contro accuse pretestuose anche quando queste accuse riguardano argomenti che sono sacri per molti pakistani?", si chiede un esperto di diritti umani dell'Asia meridionale Mustafa Qadri.

Le accuse per cui è stata condannata Asia Bibi risalgono al 2009, per la precisione al 14 giugno quando durante l'orario di lavoro nei campi iniziò a litigare con un gruppo di colleghe di religione musulmana. Era andata a prendere dell’acqua da un pozzo per ristorarsi e poi l’ha offerta alle donne musulmane che lavoravano con lei, ma loro le hanno risposto accusandola di avere infettato la fonte. Perché lei, in quanto cristiana, è un’infedele. Lo stesso gruppo di donne si era poi recato da un predicatore e aveva accusato Bibi di blasfemia contro Maometto, reato punibile con la morte. Cinque giorni dopo l’accusa era formalizzata alla polizia. Dopo la condanna nel 2010 tutti i successivi appelli sono stati rigettati.

"L’onorevole Naveed Iqbal", come l’ha chiamato lei in una lettera, lo stesso giudice che l’ha destinata a una morte orribile pur non avendo prove, un giorno è entrato nella sua cella di isolamento e le ha fatto una proposta che tutti considererebbero ragionevole: "Mi ha offerto la revoca della sentenza se mi fossi convertita all’islam". Asia Bibi non si è scomposta, anzi l’ha ringraziato «di cuore» per averle offerto una via di salvezza, poi gli ha risposto che preferiva morire «da cristiana» piuttosto che uscire dal carcere "da musulmana". Ed è davanti al suo carnefice che ha fatto la sua semplice e coraggiosa professione di fede: "Sono stata condannata perché cristiana. Credo in Dio e nel suo grande amore. Se lei mi ha condannata a morte perché amo Dio, sarò orgogliosa di sacrificare la mia vita per Lui".

Secondo Human Rights Watch, 17 persone sono nel braccio della morte per blasfemia, inclusa Bibi in Pakistan. La cosiddetta “legge nera” è stata introdotta nel codice penale pakistano nel 1976. Per chi insulta l’islam, Allah o Maometto, ci sono l’ergastolo e la condanna a morte. La Corte della sharia ha chiesto che la norma venga cambiata e che l’unica sanzione possibile sia la condanna a morte.

Il caso di Asia Bibi è arrivato anche in Vaticano (lei stessa, in una lettera al Papa, ha scritto: "In questo inverno sto affrontando molti problemi: la mia cella non ha riscaldamento e non ha una porta adatta a ripararmi dal freddo pungente, anche le misure di sicurezza non sono adeguate, non ho abbastanza soldi per le necessità quotidiane e sono molto lontana da Lahore, dunque i miei familiari non riescono ad aiutarmi") e la figlia Esham ha incontrato Papa Francesco ad aprile del 2015. Ora che la parola fine non è stata scritta, si può ancora sperare…
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS

I risultati di un lungo negoziato

Il ruolo del sindacato è quello di trattare in assoluta autonomia con tutti i Governi per cercare di portare a...
Agenti della polizia tedesca
GERMANIA | TERRORISMO

Pianificavano attentato al mercatino di Natale: 6 arresti

Per l'attacco i fermati intendevano utilizzare armi ed esplosivo
Il premier Gentiloni e la segretaria generale Cgil, Susanna Camusso
PENSIONI

La Cgil boccia la proposta del Governo

Gentiloni: "Misure rilevanti e sostenibili. Camusso critica: "Mobilitazione il 2 dicembre"
CASCINA

Proiettili al sindaco donna che combatte gli stupri

Bossoli accompagnati da una lettera in cui la Ceccardi viene accusata di razzismo
VIOLENZA SUI MINORI

Sposa a nove anni a Padova: la Procura smentisce

La terribile notizia diffusa da un quotidiano locale stamattina
Oguz Guven
TURCHIA

Il direttore di Cumhuriyet web condannato per terrorismo

Oguz Guven dovrà scontare 3 anni e 1 mese per un tweet sulla morte sospetta di un magistrato
Sciopero nazionale dei taxi
SCIOPERO NAZIONALE DEI TAXI

Salta la trattativa col ministero, auto bianche ferme in tutta Italia

I sindacati hanno definito "insufficiente" il decreto attuativo emesso dal governo dopo l'accordo dello scorso...
L'asteroide 1I/2017 U1 o Oumuamua
OGGETTI INTERSTELLARI

Ecco Oumuamua, l'asteroide alieno

Osservato il 17 ottobre, presenta una forma simile a un sigaro e viene da fuori il Sistema solare
Marte, il cratere Schiaparelli
ROMA | MOSTRA RED HOPE

I paesaggi di Marte diventano opere d'arte

Per la realizzazione di queste opere, l'artista ha utilizzato i telai dei laboratori artigianali di un villaggio indiano nei...
Vigili del fuoco in India
INDIA

Scoppia un incendio in fabbrica: almeno 10 morti

Nel 2013, scondo l'Ilo, su un totale di 402 milioni di lavoratori, ci sono stati oltre 40 mila incidenti mortali sui luoghi...
Putin e Assad
SOCHI

Putin vede Assad: "Terrorismo verso la sconfitta"

Il presidente russo: "Le operazioni si avviano a conclusione. Ora avanzi il processo politico"
Angela Merkel
GERMANIA

Merkel punta a nuove elezioni

Manca ancora l'accordo per il governo. La cancelliera non vuole un esecutivo di minoranza
Il videomessaggio del Pontefice
PAPA FRANCESCO

"I credenti promuovano la reciproca comprensione"

Videomessaggio alla popolazione del Bangladesh alla vigilia del viaggio apostolico
Alessandro Di Battista
LA DECISIONE

Di Battista lascia: "Ma resto nel M5s"

Uno dei maggiori leader pentastellati esce dai palazzi: "Voglio scrivere e girare il mondo". E i militanti già...