ANCHE I PESCI HANNO I POLMONI

ULTIMO AGGIORNAMENTO 9:42

Esistono dei pesci con i polmoni, anche se non li usano. A dimostrarlo è un “fossile vivente”, il celacanto, creduto estinto, così come testimoniavano i resti dei suoi antenati che vivevano nella preistoria. Autore della scoperta è il gruppo dell’università di Rio de Janeiro coordinato da Paulo Brit, che annuncia il risultato sulla rivista “Nature Communications”. I brasiliani hanno ricostruito in 3D l’intera fase di sviluppo degli organi, dall’embrione fino all’età adulta. Questo è stato possibile grazie al ritrovamento di femmine con embrioni. Questo pesce infatti si riproduce incubando le uova nel corpo della madre (ovoviviparità), che può dare alla luce fino a 26 piccoli vivi.

Alla nascita sono grandi circa 35 centimetri, da adulti possono raggiungere 2 metri di lunghezza. Hanno pinne carnose e vivono nelle profondità oceaniche. Si credeva che si fossero estinti, fino a quando una specie vivente, la Latimeria chalumnae, è stata scoperta al largo del Sudafrica nel 1938, guadagnandosi lo status di “fossile vivente”, sopravvissuto alle grandi estinzioni di massa.

Ma se sono stati osservati “polmoni calcificati” nei fossili dei celacanti esistiti 410 milioni di anni fa, nessuna struttura analoga era stata finora scoperta nei celacanti attuali. Mentre si pensa che queste strutture non siano più usate nelle specie viventi, che respirano con le branchie, non si esclude che possano essere state utilizzate dagli antenati di questi pesci per regolare il volume d’aria nelle acque poco profonde.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: [email protected]
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.