AFGHANISTAN: I TALEBANI TENTANO LA RICONQUISTA DI KUNDUZ L'attacco è stato sferrato all'alba. La città, un anno fa, era stata occupata per breve tempo dai miliziani

186
talebani

I talebani hanno sferrato un nuovo attacco alla città afghana di Kunduz un anno dopo averne preso per breve tempo il controllo. L’assalto è iniziato prima dell’alba, poco dopo la mezzanotte ora italiana, e gli scontri sono ancora in corso. Due elicotteri dell’esercito afghano che erano presenti alla periferia della città, situata nel nord del Paese, stanno contrastando i guerriglieri bombardando le loro postazioni dall’aria. Secondo fonti sul posto, “la città è deserta, i negozi sono chiusi. L’intera città è circondata dai talebani. Siamo circondati dalle prime ore del mattino, non possiamo uscire per rifornirci di pane”.

Un portavoce del governatore ha riferito che “i talebani stanno usando i civili come scudi umani”. Come di consueto, i miliziani sostengono di aver compiuto grandi progressi: “All’alba i nostri mujaeddin hanno lanciato un’offensiva da quattro direzioni contro Kunduz. E stiamo facendo rapidi progressi: sono stati uccisi numerosi soldati e i rimanenti sono sul punto di darsi alla fuga”, ha sostenuto il portavoce, Zabihullah Mujahid Con questo attacco, gli estremisti islamisti segnano il primo anniversario della conquista di Kunduz, l’unico capoluogo di provincia afghano finora caduto nelle loro mani. Dopo la riconquista da parte delle forze del governo, il controllo governativo è stato sempre molto debole.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS