PEDOPORNOGRAFIA, SGOMINATA UNA RETE CHE OPERAVA ON LINE IN ITALIA La Procura Distrettuale di Catania ha disposto perquisizioni in varie città

1224

Sette persone sono state denunciate perché facevano parte di un gruppo virtuale di pedofili i cui iscritti mostravano una particolare attrazione per foto e video ritraenti i piedi di bambini con meno di 12 anni, condividendo altresi” immagini di minori in pose erotiche.

Nell”ambito delle indagini finalizzate alla repressione del fenomeno della pedo pornografia on line, la Procura Distrettuale di Catania ha disposto perquisizioni in varie citta” d”Italia nei confronti di sette persone indagate per istigazione a pratiche di pedofilia e detenzione di materiale di pornografia minorile. Le indagini, condotte dal Compartimento Polizia Postale di Catania, con il coordinamento del C.N.C.P.O., hanno portato alla identificazione degli indagati grazie alla scrupolosa attivita” di sottocopertura che il Servizio Polizia Postale e delle Comunicazioni svolge 24 ore su 24, sul darknet.

Svariate sono le forme in cui si presentano le deviazioni sessuali degli adulti: il feticismo e” una di queste. E nella Rete, che non ha limiti ne” confini, e” possibile trovare siti pedo in tutto e per tutto speculari a quelli che offrono materiale pornografico con protagonisti adulti. E” proprio nel corso delle attivita” di monitoraggio della Rete piu” sommersa, che gli investigatori della Polizia Postale di Catania, autorizzati dalla locale Procura Distrettuale, sono riusciti ad individuare e denunciare i sette utenti per istigazione a pratiche di pedofilia (art.414bis codice penale) e detenzione di materiale di pornografia minorile (art. 600quater codice penale).

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

1 COMMENT

LEAVE A REPLY