L’ISIS MINACCIA NUOVE STRAGI IN BANGLADESH, I JIHADISTI: “MORTE AI CROCIATI” Il Califfato: "Vinceremo oppure moriremo come martiri... Non abbiamo nulla da perdere"

940
bangladesh

Il Califfato, inneggiando al sanguinoso attentato in cui sono morti 9 italiani, ha diffuso un nuovo video invocando la jihad in Bangladesh e minacciando nuovi attentati. Nel filmato, che circola su Youtube da diverse ore, parlano tre che uomini che sembrano essere bengalesi. Uno di loro sostiene che il gruppo non fermerà la propria furia omicida fino a quando la “shariah”, ossia la legge islamica, non sarà instaurata sull’intero pianeta: “La ‘jihad’ che arriva in Bangladesh è stata promessa dal profeta Maometto. Fino d allora non smetteremo di uccidere i crociati: vinceremo oppure moriremo come martiri… Non abbiamo nulla da perdere”.

Il video messaggio è stato prima scoperto in un sito affiliato all’isis e poi pubblicato su YouTube. Nel frattempo, la polizia ha riferito che sei aggressori sono stati uccisi nella “Operazione Fulmine”, effettuata la mattina successiva per porre fine a un assedio che durava da oltre undici ore. L’agenzia di stampa Amaq – gestita dal Califfato – ha diffuso diverse ore dopo l’attacco le foto di cinque esponenti dell’organizzazione terroristica. Le forze dell’ordine, però, reputano che la maggior parte degli autori sia legata ai gruppi militanti fuorilegge locali. Nel filmato, inoltre, si definisce l’attuale forma di democrazia vigente in Bangladesh uno Shirk (idolatria), o un reato imperdonabile: “Vi voglio rivolgere una domanda: come sostenete questa nozione ‘Shirk’ di democrazia? Non sapete che dà il potere alle persone di applicare la legge e ha potere lì dove il potere spetta solo ad Allah?”.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS