TENTATO ATTACCO AL SITO INVALSI: DENUNCIATI 4 GIOVANI HACKER Il fatto è avvenuto a poche ore dal lancio della campagna "Maturità sicura", volta a prevenire le consuete bufale sull'esame di Stato

551
hacker

Quattro giovani hacker residenti nelle province di Venezia, Torino, Firenze e Matera sono stati denunciati dalla polizia postale per essere acceduti abusivamente a un sistema informatico di pubblico interesse. Alla fine dell’anno scolastico avevano, infatti, eseguito un attacco del tipo “Sql ijection” contro il sito web www.invalsi.it per acquisire il controllo del database.

Per risalire ai responsabili sono state necessarie complesse attività di analisi delle esigue tracce informatiche lasciate dagli hacker che, come racconta la polizia postale stessa, “si sono sempre mossi molto cautamente sfruttando le opportunità di anonimizzazione offerte dal Darknet”.

Gli investigatori del Cnaipic, però, sono riusciti a isolare gli indirizzi Ip utilizzati e di arrivare così ai responsabili, attribuendo loro in maniera inequivocabile l’attività. Gli agenti hanno perquisito le loro abitazioni e sequestrando tutti i dispositivi utilizzati per portare a compimento le attività illecite loro contestate, tra i quali numerosi computer, tablet e telefoni cellulari.

La notizia arriva a poche ore dal lancio della campagna “Maturità al sicuro”, attraverso la quale la Polizia Postale, in collaborazione con Skuola.net, intende debellare il fenomeno delle “bufale” e delle leggende metropolitane che ruotano intorno alle prove d’esame, per evitare che gli studenti, oltre a perdere del tempo prezioso, possano anche rimetterci del denaro alla ricerca della soffiata giusta.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS