BUON COMPLEANNO PAC-MAN, COMPIE 36 ANNI IL VIDEOGAME PIÙ FAMOSO DEL MONDO

678
pac man

Nel fantastico mondo degli anni ’80, tra la brillantina, i jukeboxe e le boy-band, è nato un videogame che ha intrattenuto migliaia di ragazzi: Pac-Man. Quel gioco con i fantasmi e il labirinto pieno di puntini compie oggi 36 anni. A differenza dei giochi di oggi, che spesso mancano il loro scopo, cioè quello di divertire, quella sfera gialla è riuscita a toccare il cuore dei giocatori di tutto il mondo, rimanendo il videogame preferiti di molti nel presente. Sembra che l’idea soggiunse a Tohru Iwatani durante una cena con degli amici guardando una pizza a cui era stata tolta una fetta. Dopo quattordici mesi, grazie a un team di sviluppo di otto tecnici, divisi equamente fra software e hardware, e capeggiati da Shigeo Funaki, comprendente anche il musicista Toshio Kai, vide la luce il primo Pac-Man.

Il gioco fu commercializzato in Giappone a partire dal 10 maggio con il nome di Puckman, termine che deriva dalla parola giapponese ぱくぱく, ovvero “chiudere e aprire la bocca”). Il nome fu poi cambiato in Pac-Man per la sua commercializzazione negli Stati Uniti, iniziata nell’agosto dello stesso anno, a causa di una spiacevole assonanza con una parolaccia inglese: si temeva che “Puckman” potesse essere storpiato in un osceno “Fuckman”.

Nel novembre dello stesso anno, Pac-Man venne presentato all’Amusement and Music Operators Association di Chicago, dove venne definito “troppo carino per avere successo”. Le previsoni dell’Amoa furono presto smentite, perché il successo del “mangia-palline” fu strepitoso: la Namco piazzò, in soli sette anni (dal 1980 al 1987), più di 300 000 macchine e vendette milioni di gadget e pupazzi vari.

Oggi è ancora così popolare dopo tanto tempo per svariati motivi. Uno di questi è che è veramente facile: non c’è niente di più elementare che pilotare quella sfera gialla con un joystick a quattro direzioni. poi c’è il cibo. Chi non ha voglia di trascorrere la propria giornata pensando solo a mangiare e scappando in fretta dai nemici? Va ricordato che Pacman è il gioco a gettoni più venduto della storia, anche più del Tetris. Nel suo anno di debutto, più di 100.000 macchine sono state costruite e vendute in tutto il mondo. I ricavi totali che Namco ha tratto da Pac-Man hanno raggiunto i 100 milioni dollari.

Nel 1982 debuttò il cartone animato della Abc, “The Pac-Man Show”. Per due aha raccontato di come Pac-Man cercasse di salvare i suoi amici e Pac-Land dal malvagio Mezmaron. In Brasile, il gioco è stato chiamato dai bambini “Come-Come”. In Italia, lo stesso suono venne definito come un insignificante “Gabo-Gabo”. In Spagna è stato chiamato “Comecocos”. Jerry Buckner e Gary Garcia storpiarono pesantemente la canzone “Cat Scratch Fever” di Ted Nugent e la trasformarono in “Pac-Man Fever”. La canzone fu un successo siderale negli Usa e in tutto il globo.

Le pillole di energia disseminate nel labirinto che Pac-Man deve mangiare per difendersi dai fantasmi, in origine dovevano essere grossi biscotti. I 4 fantasmini hanno un proprio nome, ma nelle varie localizzazioni del gioco e negli Hack ne hanno assunti di nuovi. I nomi ufficiali della versione americana sono: Inky, Blinky, Pinky e Clyde. Tutti i giochi dove è presente un parente della sua famiglia hanno 255 livelli giocabili. L’ultimo livello, il 256, è teoricamente ingiocabile perché il gioco s’impalla e rende il labirinto parzialmente invisibile. Ciò non toglie che qualcuno sia riuscito a completare anche quel livello.

Inizialmente i fantasmi del gioco dovevano essere dei mostri. Solo in fase di sviluppo quasi ultimata venne deciso di optare per la forma di spettro. Il loro colore però doveva essere il rosso, uguale per tutti, così come il loro schema di comportamento nel gioco. Solo dopo che Iwatani presentò al suo boss un sondaggio interno a riguardo, venne deciso di avere dei fantasmi multicolori e degli schemi di comportamento diversi per non annoiare il giocatore. La grandezza totale del programma “Pac-man arcade” è inferiore ai 24Kbytes. Quasi nulla, rispetto ai 4 Megabytes di una canzone media da Itunes e i 2 Megabytes di un video da 1 minuto su Youtube.

La sequenza della morte di Pac-man, il modo in cui si dissolve, fu ispirato all’esplosione dei fuochi artificiali. Nell’edizione del 2005, il Guinnes dei primati annoverò Pac-Man come “Il gioco coin-op con più successo al mondo”. Nel 2010, lo nominò come “Il personaggio di un videogioco più facilmente riconosciuto dal 94% degli americani”. Il labirinto di Pac-man contempla 240 puntini da mangiare, più 4 pillole energetiche. Il fantasma rosso insegue usando sempre il percorso più breve, il fantasma rosa tende ad aggirare per prendere di sorpresa, il fantasma azzurro segue uno schema random imprevedibile, il fantasma arancione è l’unico ad avere uno schema fisso che lo rende il meno pericoloso di tutti.

 

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS