PD, STRETTA SULLE INTERCETTAZIONI: UNA LEGGE ENTRO L’ESTATE Il neo eletto presidente di Anm Davigo (Anm), non servono giri di vite

642
intercettazioni

“A una legge sulle intercettazioni stiamo già lavorando, c’è una delega al governo nella riforma del processo penale, approvata alla Camera e ora in commissione giustizia al Senato”. E’ quanto afferma, in un’intervista alla Stampa, Davide Ermini, responsabile della giustizia del Pd. “È già tutto incanalato sul binario della legge delega, credo convenga lavorare in quella direzione. Dentro la riforma c’è molto per rendere efficace il processo: ci interessa portare a casa tutto”. Sui tempi della legge, Ermini dice: “Dipende da quando il testo approda in aula al Senato, ma spero prima dell’estate”.

“Noi non tocchiamo le intercettazioni come strumento investigativo, che resta nella piena disponibilità dei magistrati. Il problema che ci poniamo è sulle intercettazioni che vengono pubblicate senza avere nulla a che fare con l’inchiesta penale”, spiega il politico. Al nuovo presidente dell’Anm, Pier Camillo Davigo, Ermini augura un “buon lavoro. Anche per la politica non c’è una magistratura amica o nemica, ma solo una magistratura con cui si deve dialogare, e anche noi abbiamo diritto a essere rispettati, quando facciamo il nostro lavoro”.

Sulla polemica nata sul taglio delle ferie dei magistrati, che secondo il politico del Pd nasce da una cattiva interpretazione della questione, aggiunge: “Non c’era nessun intento punitivo: siccome tutti i cittadini devono fare sacrifici, abbiamo chiesto anche ai magistrati di fare un po’ meno ferie”. Inoltre, Ermini sottolinea che “Ognuno deve fare il proprio mestiere. La magistratura è un interlocutore privilegiato nella formazione delle leggi, ma ognuno ha il suo campo”.

“La pubblicazione di intercettazioni davvero non pertinenti è già vietata dalla legge penale quantomeno dal reato di diffamazione; se si ritiene che le pene per la diffamazione non siano adeguate, basta aumentare quelle. Il resto è superfluo”. Questa la risposta del nuovo presidente dell’Anm Pier Camillo Davigo.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS