KERRY: “IL DAESH E’ COLPEVOLE DI GENOCIDIO IN SIRIA E IRAQ” Il segretario di Stato Usa: "L'Isis è anche responsabile di crimini contro l'umanità e pulizia etnica"

641
  • English
kerry

Il Daesh sta commettendo “genocidio” contro le minoranze in Iraq e Siria, tra cui cristiani, yazidi e musulmani sciiti. A denunciarlo è il segretario di Stato americano, John Kerry. L’organizzazione terroristica, ha aggiunto, è stata cacciata via dal 40 per cento del territorio che controllava in Iraq e dal 20% di quello che controllava in Siria.

Oltre a sottolineare che la “guerra civile alimenta il Califfato”, il segretario di Stato Usa ha poi aggiunto che l’organizzazione è “anche responsabile di crimini contro l’umanità e pulizia etnica diretta contro questi gruppi ed altri”.

“Sappiamo, ad esempio – ha spiegato – che nell’agosto del 2014 Daesh ha ucciso centinaia di yazidi” e intrappolati in “migliaia sul Monte Sinjar…senza il nostro intervento è chiaro che sarebbero stati torturati”. L’Isis ha giustiziato cristiani a Mosul, in Iraq, ed altri luoghi “solo per la loro fede”, ha aggiunto Kerry, ricordando che il gruppo ha ridotto “donne e ragazze cristiane” a schiave sessuali.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS