MARYLAND, UCCISO UN POLIZIOTTO AFROAMERICANO IN UNA SPARATORIA Fermati due sospetti. "Attacco non provocato" ha spiegato la polizia locale

480
maryland

Un agente di polizia del Maryland (nella est-coast degli Stati Uniti) è stato ucciso domenica pomeriggio e due persone sono state arrestate dopo quello che le autorità locali hanno definito un “attacco non provocato”. La vittima è l’ufficiale di polizia afroamericano Jacai Colson, 28 anno, spirato poco dopo essere stato portato al Center Hospital di Prince George. L’uomo lavorava come ufficiale narcotici sotto copertura. L’agente ha “perso la vita per difendere la sua comunità. L’attacco non è stato provocato”, ha affermato la polizia locale su Twitter senza fornire altri dettagli. L’FBI e il “Bureau of Alcohol, Tabacco, Armi da fuoco ed esplosivi” hanno offerto il loro aiuto per assistere la polizia locale nelle indagini, ha dichiarato un portavoce dele due agenzie federali, inviando alcuno uomini in supporto.

Dopo l’attacco, due sospetti – uno dei quali si ritiene possa essere l’autore della sparatoria – sono stati messi in custodia. Uno di loro è stato colpito e al momento si trova in ospedale. Il dipartimento di polizia ha definito l’assalto come un “agguato” e un “attacco immotivato”. Lo scontro a fuoco è cominciato intorno alle 4:30 ora locale a Landover, un sobborgo a circa 10 miglia a nord est dal centro di Washington DC. Secondo quanto riportato dal capo della polizia di Prince George County, Hank Stawinski, in conferenza stampa, “diversi agenti hanno risposto al fuoco del presunto tiratore, che è stato ferito, ma nessuno si aspettava che qualcuno dei nostri sarebbe rimasto ucciso”.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS