SIRIA: COMBATTIMENTI A DAYR AZ ZOR, IL DAESH CATTURA 400 MILITARI Dubbi sul numero delle vittime, l'Isis parla di 50 soldati uccisi. Per Damasco sono stati trucidati 400 civili

455
isis

Circa 400 militari siriani sono stati presi come prigionieri dall’Isis durante la battaglia di Dayr az Zor, nell’est del Paese e si teme che possano essere uccisi nelle prossime ore. Media del Califfato hanno diffuso una foto degli ostaggi senza indumenti e in un comunicato si afferma che un alto numero di soldati del regime è stato fatto prigioniero e che 50 militari sono stati uccisi nel corso della battaglia.

Prosegue quindi l’attacco dell’Isis nell’est della Siria e in particolare si combatte ancora a Dayr az Zor. Restano i dubbi sul bilancio della battaglia: lo Stato Islamico afferma di aver ucciso almeno 50 militari, un altro centinaio nelle ultime 48 ore. Per Damasco i morti sono stati invece 300, “tutti civili”, molte le vittime crocifisse.

L’agenzia governativa Sana afferma inoltre che le forze lealiste hanno ripreso il controllo di buona parte del villaggio di Baghaliya e dei dintorni di Ayash. Nel centro abitato di Dayr az Zor, invece, l’esercito ha respinto un attacco dei jihadisti al quartiere di Al Rashediya. Si combatte anche attorno all’aeroporto militare situato a sud della città e in mano al regime di Damasco.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS