CAMERON: “NON MI DIMETTO SE AL REFERENDUM VINCE IL BREXIT” Inglesi al voto entro il 2017 sulla permanenza dell'Inghilterra nell'Unione Europea

388

Il premier inglese David Cameron non intende dimettersi se al referendum sulla permanenza della Gran Bretagna all’interno dell’Unione Europea vinceranno i sostenitori della “Brexit”, cioè l’uscita di Londra dall’Ue. In un’intervista rilasciata alla Bbc, il primo ministro britannico sostiene che l’uscita del Regno Unito dall’Unione “non sia la risposta giusta”, ma che se questa sarà la volontà degli elettori “farà quanto necessario per farla funzionare”. Cameron, che ha promesso un referendum sulla questione entro il 2017, spera di ottenere entro febbraio le riforme da lui chieste a Bruxelles.

Il suo augurio è quello di poter fare campagna a favore della permanenza della Gran Bretagna in una Unione Europea “riformata”. Ma poi sottolinea di non poter escludere nessuna ipotesi nel caso in cui le sue richieste siano respinte. Alla precisa domanda se intende rimanere premier in caso di vittoria della Brexit, Cameron afferma: “La mia risposta è sì”. Infatti, lo xcopo del referendum è “rispettare quanto dice il cittadino britannico – ha spiegato ; il quesito posto agli elettori non riguarda il futuro di esponenti politici”.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS