TUNISIA ED EGITTO APPLAUDONO L’ACCORDO TRA TRIPOLI E TOBRUK I due Paesi africani auspicano il rispetto dell'intesa raggiunta in Libia. "Siano messi da parte gli interessi delle fazioni"

392

Il governo di Tunisi si è detto soddisfatto dell’accordo politico raggiunto da due delegazioni del Parlamento di Tripoli e di quello di Tobruk in Tunisia, facendo appello alle parti affinché “lo rispettino”. E’ quanto si legge in una nota diffusa dalla presidenza tunisina, nella quale si annuncia che le due delegazioni libiche hanno voluto incontrare la notte scorsa il presidente Beji Caid Essebsi per informarlo dell’accordo raggiunto per risolvere la crisi. “La Tunisia dà il benvenuto a qualunque passo che contribuisca a porre fine allo stato di divisione in Libia e che le permetta di recuperare la sua unità e la sua sovranità e di garantire condizioni di sicurezza e stabilità sul suo territorio”, prosegue la nota, che fa appello alle parti a “mantenersi in contatto con l’inviato Onu per la Libia (Martin Kobler, ndr) allo scopo di accelerare l’attuazione dell’accordo e formare un governo di unità nazionale”.

Dall’Egitto è, invece, arrivato l’invito a “mettere da parte gli interessi personali e le affiliazioni ai clan” in modo da difendere gli interessi supremi del Paese. L’intesa, come riferiscono i media libici, è diversa da quella mediata nei mesi scorsi dalle Nazioni Unite. E proprio all’accordo mediato dall’Onu che si è riferito il portavoce del Cairo Abu Zayd quando ha sottolineato che “gli sforzi libici dovrebbero concentrarsi sull’allargamento della base di consenso riguardo l’accordo di Skhirat e la formazione del governo di riconciliazione nazionale che esso comporta”.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS