HOLLANDE ALL’ELISEO: “L’ISIS E’ IL NOSTRO OBIETTIVO PRINCIPALE” Il presidente francese ha incontrato oggi il premier italiano Matteo Renzi

431
hollande

Il presidente francese Francois Hollande ha ricevuto oggi il premier italiano Matteo Renzi all’Eliseo, dove si è tornato a parlare di lotta al terrorismo. Il presidente francese ha esordito il suo discorso ricordando Valeria Solesin, la ragazza italiana che è stata uccisa dai terroristi la notte del 13 novembre a Parigi, durante la strage al Bataclan dove morirono 89 persone. Una tragedia che “unisce Italia e Francia”, ha spiegato Hollande che ancora una volta ha ribadito la sua volontà di impegnarsi per distruggere il Daesh.

Hollande e Renzi hanno parlato anche di immigrazione e il presidente del Paese d’Oltralpe ha ribadito l’importanza di raggiungere un “accordo con la Turchia” sulla questione migranti. “Come già deciso con la cancelliera Angela Merkel – ha proseguito Hollande – dobbiamo poter accogliere i rifugiati che arrivano dalla Turchia in condizioni che gli permettano di rimanere il più vicino possibile ai loro Paesi di origine senza dirigersi verso l’Europa. E dobbiamo garantire il controllo delle frontiere esterne dell’Ue”. Al centro dell’incontro anche la situazione in Libia, dove per il il presidente francese è necessario arrivare a “un governo di unità nazionale” e occorre “mettere in sicurezza l’intero territorio, per impedire all’Isis di installarsi e rafforzarsi”. Inoltre, il presidente francese ha sottolineato con forza che lo Stato Islamico è “l’obiettivo principale” da sconfiggere.

Hollande, che nei giorni scorsi è stato ricevuto da Obama alla Casa Bianca, continua il suo tour di contatti diplomatici. Dopo aver incontrato il premier britannico Cameron e la cancelliera Angela Merkel a Parigi con i quali si è recato sui luoghi delle stragi, e dopo aver terminato l’incontro con il premier Matteo Renzi, il presidente francesei si recherà a Mosca dove ha in agenda un vertice con il leader del Cremlino, Vladimir Putin.

 

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS