NON TERMINA I COMPITI, LA MADRE LO FRUSTA A SANGUE

553

“Per poter educare, bisogna amare”, diceva Karol Wojtyla in una sua omelia. Tuttavia, una mamma cinese non la pensa come il santo polacco, tanto da frustare a sangue il figlio di 9 anni perché si rifiuta di fare i compiti. Per le lesioni inferte al ragazzo, lei è stata arrestata e condannata a 6 mesi di carcere.

Durante il processo, in aula sono state mostrate le foto che hanno documentato i lividi provocati con una corda. “Non aveva finito i compiti e mi aveva raccontato bugie. Non sono una madre cattiva, soltanto non voglio che menta”, ha provato a difendersi la donna. Il bambino, si legge sullo Shanghai Daily, è tornato a vivere dalla sua famiglia naturale nella provincia di Anhui.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS