NESSUNO LO AIUTA, DISABILE COSTRETTO A MUOVERSI STRISCIANDO

432
  • Español

Un disabile, costretto a muoversi su una sedia a rotelle, ha raccontato di essere stato obbligato a strisciare lungo il corridoio di un aereo perché nessuno, tra i membri del personale, poteva aiutarlo. Neal D’Arcee è affetto da una paralisi; di recentemente si trovava su un volo diretto a San Francisco dove, ironia della sorte, avrebbe dovuto tenere un dibattito sulle barriere architettoniche e l’accessibilità dei portatori di handicap ai mezzi pubblici.

Quando il volo della United Airlines è atterrato, Neal ha atteso qualche minuto che gli altri passeggeri scendessero, poi ha aspettato qualcuno, tra i membri dell’equipaggio, che intervenisse in suo aiuto. Ignorato da tutti, dovendo tra l’altro recarsi alla toilette, è stato costretto a strisciare sul pavimento fino al punto in cui era stata sistemata la sua sedia a rotelle. Solo successivamente è riuscito a riprendere la consueta mobilità. Non è la prima volta che la compagnia di bandiera statunitense viene fortemente criticata per il trattamento riservato ai disabili; la scorsa estate, la United Airlines è stata denunciata dalla signora Purcell, anch’essa costretta a strisciare sul pavimento perché ignorata dal personale di bordo.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS