Nespoli pronto a rientrare sulla terra con “Scotty”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:30

Paolo Nespoli si prepara a tornare con i piedi sulla Terra. Infatti, AstroPaolo sfreccerà verso il nostro pianeta con Scotty, la navetta Soyuz a cui ha dato lo stesso nome di uno dei personaggi della saga di Star Trek. Dopo aver trascorso 139 giorni nello spazio, Nespoli lascerà la Stazione Spaziale internazionale insieme a @AstroKomrade e @Ryazanskiy_Iss – gli stessi astronauti con cui aveva condiviso il viaggio di andata verso lo spazio – per atterrare nel deserto del Kazakhstan. In questa ultima settimana, la partenza è prevista per il 14 dicembre, AstroPaolo si sta occupando, oltre alle normali attività di bordo, di liberare ben due moduli per far posto alle oltre 2 tonnellati di materiali in arrivo con il cargo Dragon, il cui lancio è previsto per il 12 dicembre. 

La missione Vita

Paolo Nespoli ha iniziato la missione Vita il 28 luglio 2017. Gli esperimenti previsti erano 11 e più del 70 per cento è stato completato. Tra questi, Perseo, una speciale giacca piena di acqua capace di proteggere gli astronauti dai raggi cosmici oppure i quattro esperimenti di fisiologia umana (Corm, Nanoros, Serisme Myogravity) o l’esperimento Arte teso a verificare l’efficienza dei sistemi di scambio termico a bordo della Stazione. Portato a termine anche l’ISSpresso, l’esperimento basato sulla macchina per il caffè “spaziale”.

L'astronauta italiano con più esprienza extraterrestre

Al suo terzo soggiorno sulla Stazione Spaziale, Paolo Nespoli ha al suo attivo quasi 300 giorni trascorsi fuori dall’atmosfera terrestre. Questo lo rende l’astronauta italiano con più esperienza extraterrestre.

 

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.