LUNEDÌ 13 LUGLIO 2015, 000:18, IN TERRIS

WIMBLEDON NEL SEGNO DI DJOKOVIC. BATTUTO FEDERER

Al serbo servono quattro set per avere la meglio sullo svizzero. Per Nole è il nono Slam

LUCA LA MANTIA
WIMBLEDON NEL SEGNO DI DJOKOVIC. BATTUTO FEDERER
WIMBLEDON NEL SEGNO DI DJOKOVIC. BATTUTO FEDERER
Inarrestabile Novak Djokovic che trionfa ancora una volta a Wimbledon battendo Roger Federer. Al termine di una splendida partita, il campione serbo si conferma meritatamente il numero 1 del mondo vincendo in quattro set 7-6 (1), 6-7 (10), 6-4, 6-3 in 2 ore e 59 minuti di gioco. Djokovic si conferma campione a Wimbledon superando il fuoriclasse elvetico come lo scorso anno, dimostrando però una superiorità maggiore anche per l'età e l'inevitabile calo dell'avversario. Il numero 1 del Mondo si aggiudica il suo secondo Slam stagionale dopo gli Open d'Australia e se non avesse perso in finale a Parigi contro Stan Wawrinka sarebbe ancora in corsa, come Serena Williams tra le donne, per uno storico poker che tra i maschi manca addirittura dal 1969 con Rod Laver.

Djokovic porta a casa il suo nono torneo del Grande Slam su 17 finali disputate, superando tre mostri sacri del passato come Andre Agassi, Jimmy Connors e Ivan Lendl. Il serbo ha disputato un torneo in crescendo, in cui ha rischiato di perdere negli ottavi contro Kevin Anderson quando si è trovato in svantaggio di due set. Poi Djoker ha messo il turbo e dai quarti in avanti non ha concesso più nulla agli avversari. Anche la finale, contro un Federer in gran spolvero fino alle semifinali, ha visto Djokovic sempre in controllo. Dopo aver vinto il primo set al tie-brek e perso il secondo dopo aver sciupato 7 set point sempre al tie-break, Nole ha poi accelerato dopo lo stop per la pioggia incamerando gli altri due set senza concedere nulla a Federer.

A 28 giorni dalla soglia dei 34 anni, Federer ha provato, spinto da quasi tutto il pubblico del campo centrale, ad entrare ancora di più nella storia. Già detentore del record di tornei del Grande Slam vinti con 17, il campione svizzero puntava a staccare Pete Sampras con 8 titoli vinti a Wimbledon. Il 40° confronto diretto ha però ancora una volta premiato Djokovic, come lo scorso anno e come già avvenuto quest'anno nelle finali di Roma e Indian Wells. Fuoriclasse senza età, Federer ha giocato oggi la sua decima finale a Wimbledon, la 26esima nei tornei dello Slam di cui detiene anche il record ancora aperto di 63 presenza consecutive.
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
Andrea La Rosa
MILANO

Trovato morto l'ex calciatore La Rosa

Il 35enne era scomparso lo scorso 16 novembre: il suo corpo è stato rinvenuto nel bagliaio di un'auto
Spiaggia sul Tevere
IL PROGETTO

Tevere, una spiaggia a Ponte Marconi

La sindaca Raggi lo annuncia in Campidoglio: "Lido entro l'estate 2018"
Maria Elena Boschi
BANCA ETRURIA

Boschi: "Mai mentito al Parlamento"

Presidente della Consob: "Parlai della questione con lei"
Le
F1

Niente più "ombrelline" sulla griglia di partenza

Chase Carey: "Una giusta decisione per il futuro dello sport è necessaria"
Il premier italiano, Paolo Gentiloni
MIGRANTI

Gentiloni: "Le quote obbligatorie sono il minimo sindacale”

Il Premier al termine del V4: "Serve più impegno da parte della Ue"
Vladimir Putin
RUSSIA

Putin, un fiume in piena

Elezioni, economia e politica estera i temi affrontati in oltre 3 ore di conferenza stampa
Il vicepresidente Usa, Mike Pence
GERUSALEMME CAPITALE

Rinviata la visita di Pence

Viaggio spostato "di qualche giorno". Sulla decisione pesano anche le tensioni con la Palestina
Polizia
ORRORE A FOGGIA

Violenta la figlia davanti alla nipotina

Arrestato il padre di 48 anni per i reati di violenza sessuale aggravata e atti persecutori