Serie A, poker giallorosso all’Olimpico: Fiorentina travolta da Dzeko e Fazio

ULTIMO AGGIORNAMENTO 2:46

La Roma vince di goleada all’Olimpico e riconquista il secondo posto in classifica. Dopo una buona partenza della Fiorentina, che all’inizio crea un’occasione con Chiesa, la formazione capitolina domina in lungo e in largo il campo. I difensori della Fiorentina perdono di vista Dzeko, che sblocca la gara segnando il suo sedicesimo gol in campionato. Il raddoppio porta la firma del “generale” Fazio. A sigillare la vittoria, nella ripresa, Nainggolan. alla lunga, la netta superiorità della squadra di Spalletti che ne ha fatti quattro (troppi per gli svagati viola).

Le formazioni

Sousa rinuncia a Kalinic in attacco, ma recupera Bernardeschi in avanti, Tatarusanu, Astori e Rodriguez in difesa. Spalletti ritrova Manolas, e rilancia El Shaaravy in attacco dall’inizio. Una piccola distorsione alla caviglia sinistra nel riscaldamento non impedisce a De Rossi di scendere in campo e di giocare, contribuendo al gol di Dzeko che ha sbloccato la partita al 39′.

Il match

La Fiorentina domina la scena per una ventina di minuti con palleggi e un gioco continuo, ma crea solo una grossa occasione con Chiesa che, su un’uscita avventurosa di Szczesny, indirizza la palla a porta vuota, ma Fazio riesce a salvare. Poi inizia a intravedersi la Roma. Dapprima con Bruno Peres, che però, anche se da solo sulla destra, su una palla di Nainggolan, tira malissimo. La squadra di Spalletti continua ad attaccare e, approfittando di un evidente calo dei viola, manda in confusione la difesa viola: ci prova esitando, Dzeko di testa. Poi, l’attaccante bosniaco, al 39′, su una palla di De Rossi, controlla e insacca la sfera in rete portando in vantaggio la Roma.

La ripresa

Il tentativo di riequilibrare la gara non manca da parte della Fiorentina nella ripresa, ma più di un errore della difesa permette alla Roma di andare vicino al raddoppio, che arriva al 13′. Su una punizione da destra di De Rossi, Fazio salta più alto di tutti e spinge la palla che prima colpisce il palo alla sinistra di Tatarusanu, poi entra in rete. Con l’ingresso di Ilicic al posto di Olivera, Sousa cerca di dare una spinta maggiore ai suoi. Strootman impedisce a Badelj di guidare al meglio le manovre viole. Ma è ancora la Roma ad andare vicino al terzo gol: prima con Rudiger (fuori di poco), poi con Dzeko (salvataggio a porta vuota di Astori), poi ancora Fazio (ma non arriva a segnare per poco). Bernardeschi e Tello non posso nulla contro il terzo gol romanista: De Rossi apre per Strootman sulla sinistra, palla in mezzo e gran controllo e palla in rete di Nainggolan. Nel finale c’è posto per Cristoforo, Grenier, Paredes e Totti. Dzeko al 38′, facendo fallo sui Astori, sigla il quarto gol che lo proietta in vetta alla classifica dei cannonieri con 17 gol.

Dzeko: “Vittoria importante dopo la sconfitta di Genova”

E’ sembrata una vittoria facile ma non è stata così. Nel primo tempo ci hanno messo in difficoltà, poi dopo il primo gol siamo andati bene”. Ai microfoni di Premium Sport, l’attaccante della Roma, Edin Dzeko racconta la sua doppietta. “Dobbiamo continuare così. Non era facile reagire subito dopo la sconfitta contro la Samp, è stato meglio aver giocato contro una grande squadra così abbiamo dato tutto”. Scudetto possibile? “Noi dobbiamo pensare a una gara alla volta perché è il modo giusto di ragionare. Obiettivo Scarpa d’Oro? Vedremo, ci sono ancora tante partite da giocare”.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.