Atletica: Boranga, doppio tricolore a 72 anni

ULTIMO AGGIORNAMENTO 19:00

Lamberto Boranga, classe 1942, a piu di  72 anni stupisce ancora: ex portiere di Perugia, Fiorentina, Cesena, Reggiana ed altre squadre, ieri ha vinto due gare di atletica leggera nei campionati master indoor di Ancona. Boranga, tesserato per l’Olimpia Amatori Rimini, ha trionfato nella categoria M70 nella gara di salto in alto con la misura di un metro e 39 centimetri e nella gara di lancio del peso con 11 metri e 12 centimetri: nella prim  ha vinto schiacciando tutti, il secondo arrivato Alberto Sofia del Cus Bari infatti si è fermato ad 1,30 metri. Il campione 72enne  ha poi tentato tre salti ad 1,42, fallendoli. Nel lancio del peso è stato primo sin dal lancio iniziale. La forza fisica e di carattere Boranga l’ha mostrata in tutta la sua vita:  attualmente lavora come medico sportivo, allenandosi quotidianamente anche come portiere a Perugia, e dopo aver lasciato il calcio giocato è riuscito a ottenere  due lauree. Inoltre detiene il record mondiale di salto triplo della categoria M70, stabilito il 7 novembre del 2012 allo Stadio Olimpico di San Marino con il salto di 10.75 metri, strappandolo al giapponese Kyushichiro Shimizu.

Anche il 13 ottobre 2013, allo stadio Ennio Tardini di Parma, si disputò una partita speciale, più una festa che una partita: erano i 100 anni di vita del Parma F.C e il 72enne Boranga si è fatto notare. Il clou della festa prevedeva la partita fra le glorie della società, che formano due squadre, le Stelle Gialloblù e le Stelle Crociate, una rimpatriata fra vecchi amici e grandi campioni che hanno avuto in comune il vestire i colori della società emiliana: tanti i giocatori glorioso che hanno fatto la storia della squadra:  Asprillia, Dino Baggio, Zola. In totale, ci sono quarantadue vecchie glorie distribuite fra campo e panchina nelle due squadre, allenate la prima dalla coppia Scala-Ulivieri, la seconda da Carmignani-Donadoni. Nel bel mezzo della partita, Fernando Couto  si defila in area di rigore, crossa per il colpo di testa di Asprilla: sembra goal, ma il portiere delle Stelle Crociate, con un grandissimo colpo di reni, spazza via la palla. Tutto normale, se non fosse che a compierla è proprio Lamberto Boranga, che è entrato nella storia della squadra ventinove anni dopo la fondazione del Parma, il 30 Ottobre 1942.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: [email protected]
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.